Ominide 56 punti

Dati identificativi


-Titolo: Cattedrale di Reims
-Architetto: Jean d.Orbais
-Data: 1211-1475
-Luogo di conservazione attuale: Reims, Francia

Notizie storiche


La chiesa è stata costruita dove precedentemente erano state poste altre cattedrali. La prima fu fatta costruire dal vescovo san Nicasio di Reims Nicasio, nel IV secolo d.C.e fu consacrata nel 401, dallo stesso san Nicasio, che nel 407 sarà poi martirizzato. In essa Clodoveo fu battezzato da san Remigio, vescovo di Reims, nel 496, divenendo così il primo re cattolico dei Franchi. Nell'852 fu ampiamente restaurata e ristrutturata e nuovamente consacrata dal vescovo Hincmar. Nel 1210 fu completamente distrutta da un incendio che si sviluppò nel centro della città. Il 6 maggio 1211, l'arcivescovo Aubry de Humbert iniziò la costruzione dell'attuale cattedrale gotica e fu completata nel 1275. Fra le incoronazioni dei re francesi che in essa si svolsero, sono da ricordare: nel1226 l’incoronazione di san Luigi IX, il pio; nel 1429 incoronazione di Carlo VII, avvenuta in presenza e dietro le pressioni di Giovanna d'Arco e nel1825 l’incoronazione di Carlo X, ultimo re di Francia.
Durante la Rivoluzione francese fu trasformata in tempio della Dea Ragione e gran parte degli antichi arredi furono dispersi o distrutti.
Nel 1875 fu riparata la facciata che è la parte più bella dell'edificio e uno dei grandi capolavori del Medioevo e le balaustre.
Nel 1914, durante la Prima guerra mondiale, il fuoco d'artiglieria tedesco rovinò parti importanti della cattedrale come: il tetto, elementi decorativi e il soffitto a volte. Al disastro arrecato dalla guerra seguì una notevole opera di restauro e ricostruzione, possibile anche grazie alle sovvenzioni della famiglia Rockefeller, che terminò solo nel 1938, con una cerimonia avvenuta il 14 luglio.

Facciata


La facciata della Cattedrale di Reims, che è un facciata con torri a guglie, è organizzata su quattro livelli, ha numerosissime statue e ampie vetrate dei rosoni. La parte più bassa presenta tre ampi e profondi portali a sesto acuto coronati da cuspidi, cioè coronamenti a forma triangolare.
Il portone centrale, dedicato alla Vergine Maria, a differenza delle altre chiese gotiche presenta un rosone ed inoltre è strombato, ovvero gli stipiti, che in questo caso sono arricchiti da moltissime statue, non sono perpendicolari ai battenti ma inclinati.
Il livello centrale della facciata presenta un grande rosone e quattro grandi edicole con statue, due per parte, rispetto al rosone centrale, che affiancano due coppie di alte bifore. La penultima parte presenta la cosiddetta “Galleria dei re”: una serie di nicchie ogivali coronate da cuspidi in cui sono collocate le statue dei sovrani di Francia. Al centro, in posizione privilegiata, si trova la statua del Re Clodoveo in preghiera. L’ultima sezione della facciata della Cattedrale di Reims è caratterizzata da due alte torri che sono dotate di grandi aperture; la torre di sinistra contiene due grandi campane.

Pianta


La Cattedrale di Reims presenta una pianta a croce latina: il corpo principale, preceduto da un avancorpo turrito, è diviso in tre navate , a loro volta scandite da otto campate coperte da volte a crociera. Le campate della navata centrale sono rettangolari, quelle delle navatelle sono quadrate.
Il transetto, diviso in cinque navate, è coperto da volte a crociera, ciò consente di ricavare una spazio dedicato a cerimonie e incoronazioni; è assai profondo, infatti le sue campate, soprattutto quelle centrali, hanno dimensioni ben maggiori rispetto a quelle del corpo principale.
Il coro, ossia la parte terminale della pianta, è composto da un’abside semicircolare, racchiusa da un deambulatorio a cinque campate trapezoidali e coronata da cinque cappelle radiali. La cappella centrale, detta assiale, presenta una profondità maggiore, che ne rimarca l’importanza visiva.

Interno


L’interno è ampio e magnifico; e molto illuminato grazie alle finestre superiori doppie, riprese anche nelle cappelle e nelle navate laterali.
La chiesa è divisa in 3 parti secondo lo stile romanico: la prima parte è composta da archi a sesto acuto, sopra cui c’è un basso triforio che sostituisce il matroneo e infine c’è il cleristorio: ognuna delle sue grandi finestre è composta da due luci sormontate da un rosone a sei lobi.
La Cattedrale di Reims segue lo stile gotico perché infatti presenta le volte a crociera che
convogliano le forze di spinta soprattutto sui pilastri di sostegno invece che distribuirle lungo il perimetro delle murature esterne e l’arco a sesto acuto che rispetto a quello a tutto sesto è più resistente e leggero, essendo in grado di esercitare una minore pressione verso il basso.
La chiesa è molto alta, come anche le altre chiese gotiche che sono molto più luminose e slanciate rispetto a quelle romaniche e per questo all’esterno del corpo centrale e lungo il perimetro del coro sono distribuiti dei contrafforti collegati direttamente al corpo della navata centrale per mezzo di archi rampanti, cioè semiarchi che hanno la funzione di controspinta, equilibrando le forze spingenti delle coperture interne.
Presenta inoltre archi rampanti di un tipo nuovo: quelli in corrispondenza della navata sono infatti a due elementi e a doppio pilastro di appoggio.
Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email