Ominide 16918 punti

Il castello

Caduto l’Impero Romano d’Occidente, durante i primi secoli del Medioevo si verificò in tutta la penisola italiana un drastico spopolamento delle città. Nel corso del IX secolo, in Europa sorsero numerosi castelli e fortilizi per la difesa dei territori. La popolazione, che solo dopo l’XI secolo tornò a crescere, si concentrò all’interno di borghi fortificati formatisi attorno a monasteri, abbazie e castelli, residenze del signore e delle sue guarnigioni. I castelli erano strutture autosufficienti, che garantivano protezione e sicurezza in cambio dell’asservimento al signore, secondo le rigide regole del sistema feudale: contadini ed artigiani prestavano così la loro opera al feudatario, producendo un’economia basata sull’artigianato e sui prodotti della terra. Si ergevano prevalentemente in zone collinari o nella campagna. Il loro impianto architettonico, imponente e severo, rispondeva a queste esigenze e, nonostante la presenza di molte varianti tipologiche, è possibile indicare alcuni elementi costanti. Erano costituiti da una o da un gruppo di costruzioni imponenti, difese da solida mura, da cui si alzavano torri di avvistamento; nei castelli di campagna, un fossato rafforzava la difesa. La cinta muraria, coronata da un camminamento per la ronda dei soldati, era assolutamente povera di aperture e bordata di merli. Ricordiamo infine i manieri, residenze fortificate di piccoli proprietari terrieri, che comprendevano alloggi, stalle e depositi. Un esempio evidente di una costruzione fortificata è il Castel del Monte, Andria (Bari) 1240-1250, altezza 25 m, diametro 56 m. Castel del Monte è uno dei tanti fortilizi che Federico II fece erigere in Italia meridionale. Nato come castello di caccia e per la difesa, in realtà esso aveva tutti i caratteri di una residenza imperiale. Le sue proporzioni sono calcolate con precisione, secondo i più moderni principi matematici, filosofici ed astronomici del tempo.
Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email