Teatro Romano


La costruzione del teatro fu avviata nell'ultimo ventennio del 1º secolo a.C. e rappresenta il primo edificio da spettacolo della città, seguito dall'odeon e poi dall’Arena posta fuori dalla cinta muraria.
Vitruvio, celebre architetto romano, consigliò di costruire questo teatro nel luogo più salubre possibile; escludendo le zone paludose, il teatro venne quindi costruito sul pendio di colle San Pietro per sfruttare la propria pendenza per la cavea, la parte dedicata agli spettatori.
Grazie a questa particolare posizione, ben visibile dalle vie che attraversavano il centro, diventò un imponente biglietto da visita in un luogo di transito quasi obbligato per chi giungeva al nord.

Adiacente al teatro romano troviamo la chiesa di Santi Siro e Libera costruita tra il 913 e il 922 dal cancelliere Giovanni, in onore a San Siro. Si dice infatti che San Siro abbia compiuto miracolo a Verona resuscitando il figlio unico di una donna e in seguito a questo episodio si sarebbero convertiti molti pagani. Nell'iscrizione sopra il portale è ricordata un'altra leggenda secondo la quale San Siro celebrò la prima messa svolta a Verona. La chiesa è dedicata dal 1319 anche a Santa Libera poiché qualche anno prima a Como vennero traslate le sue spoglie nella cattedrale e questo le diede nuovamente vigore in tutta la penisola. Nella Chiesa vi é dunque un protiro affrescato che raffigura san Siro affiancato da Santa Libera.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email