Ominide 994 punti

Ara Pacis Augustae

Eretta nel Campo Marzio dal Senato nel 13 a.C., in occasione del ritorno dell’imperatore dalla Gallia
Inaugurata nel 9 a.C., a pianta quadrangolare in marmo lunense, decorato con rilievi disposti su due registri (separati da un motivo continuo a meandro), sotto un rilievo vegetale con foglie di acanto tra cui si trovano svariate creature, sopra una processione religiosa e alcune scene mitologiche e allegoriche
Recinto decorato da una palizzata di legno ornato da pàtere, festoni vegetali e bucrani; delimita un’area consacrata alla maniera dei templi minori (spazi sacri dedicati agli auguri nei culti latini arcaici)
Composto anche da una meridiana monumentale connessa al mausoleo dell’imperatore
Orientamento dell’altare→ il giorno del compleanno dell’imperatore l’obelisco proietta la sua ombra all’interno del monumento
Impianto architettonico, stilistico e iconografico per rappresentare il programma di restaurazione etica e sostenuta da Augusto
Richiamo alle origini rurali e alla semplicità dei costumi come perno della politica augustea
Rilievi accanto ai due ingressi sull’altare: episodi cruciali della fondazione di Roma, come il frammentario Lupercale e il sacrificio di Enea ai Penati*
* Enea ha il capo coperto, apparendo con l’aspetto di Pontefice Massimo, ruolo attribuito allo stesso Augusto nel 12 a.C.→ nesso inequivocabile tra il presente augusteo e le origini mitiche della civiltà latina
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email