Sapiens Sapiens 11848 punti

Le tribù ebraiche

Le tribù ebraiche migrarono dalla Mesopotamia fino alla Terra di Canaan, guidate dal patriarca Abramo. Essi avevano una religione monoteista ed erano in cerca della Terra Promessa. Erano tribù nomadi, come molte in quel periodo, e si stanziarono inizialmente in Egitto. Dopo conflitti e schiavitù, furono costretti dall’imperatore ad abbandonare il paese e guidati da Noè (il famoso esodo dall’Egitto) arrivarono in Palestina nel XII secolo a.C. Qui i filistei avevano scacciato egizi e hittiti e le due popolazioni, filistei ed ebrei, condivisero la stessa zona e gli ebrei si iniziarono a organizzare nelle prime forme di villaggi o dodici tribù. Vi furono conflitti più o meno duri con i filistei e i vari re ebraici (re Saul, re David, re Salomone) combatterono contro i filistei e re Salomone costruì il famoso tempio di Gerusalemme. Nel V secolo a.C. Gerusalemme viene conquistata dai babilonesi di Nabucodonosor II, il tempio viene distrutto e gli ebrei imprigionati e portati in Babilonia. Sotto il nuovo impero del re persiano Ciro il Grande, nel 539 a.C., gli ebrei poterono ritornare in Palestina ma non riuscirono più a creare il loro regno perché iniziarono le invasioni di vari popoli prima e dei romani nel I secolo a.C. nel 70 d.C. il tempio, che era stato ricostruito grazie a Ciro il Grande, venne definitivamente distrutto e gli ebrei si dispersero in tutto il mondo.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze