Ebrei, il popolo eletto

La Palestina (un importante snodo commerciale) chiamata nell'antichità Terra di Canaan, è la striscia di territorio tra l'Egitto a sud e l'Anatolia a nord, stretta fra il Mar Mediterraneo e il deserto. Fin dal neolitico, per la sua posizione strategica, costituire un importante snodo commerciale, che ne determinò un eccezionale sviluppo urbano. Già nel 6000 a.C. sorsero in Palestina i primi insediamenti urbani, di cui il più noto è Gerico. Inoltre vi transitavano le carovane commerciali provenienti dall'Egitto e dalla penisola arabica dirette verso l'Anatolia e l'aria mesopotamica.

Questi popoli lottano per avere una sola terra: la Palestina. Ebreo (עברי) è un termine dispregiativo usato per indicare qualsiasi persona che non appartenga alla propria razza. Gli Ebrei sono anche detti popolo ebraico, sono un popolo, o gruppo etnoreligioso, e i fedeli o seguaci di una religione, che prende origine dagli Israeliti del Vicino Oriente antico.

Proprio l'importanza strategica della regione ne causò vicende politiche tormentate, che ancora non sono cessate: la Palestina fu a lungo contesa, e poi divisa in sfere di influenza distinte, tra egizi e Hittiti. Solo dal 1100 circa a.C., con l'arrivo in tutta l'aria mediterranea dei popoli del mare, si determinarono le condizioni per lo sviluppo di civiltà autonome e originali: l'ebraica e la fenicia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email