Ominide 159 punti

Sparta: società e organizzazione politica


Sparta fu una città greca della Laconia (circa a 40 km dal mare), fondata dai Dori nel X secolo a.C sulle rovine della rocca di Lacedèmone (per questo motivo i suoi abitanti vengono anche chiamati lacedèmoni).
In circa due secoli, inoltre, tra VIII e il VI secolo a.C, la città riuscì a conquistare la Messenia e a sottomettere i suoi abitanti, che da quel momento divennero schiavi.

Società

La società spartana è una società piramidale, al cui vertice vi sono gli spartiati (circa 15 000 guerrieri discendenti dai Dori conquistatori): amavano definirsi “uguali”, godevano di tutti i diritti politici, dovevano prestare servizio militare e dovevano partecipare alla vita politica e religiosa.
Sotto gli spartiati vi erano i perieci, gli “abitanti dei dintroni”, (circa 50 000, alcuni storici sostengano siano discendenti dei dori di umile origine, altri che siano delle comunità indigene che vivenao al di fuori della città); erano liber, ma non avevano diritti politici e vivevano di commercio, agricoltura e artigianato.
Infine cerano gli Iloti (erano tra i 140 000 e i 200 000 abitanti ed erano i popoli della Messenia): erano privi di qualsiasi diritto politico, erano schiavi che appartenevano alla poleis.

Organizzazione politica

L’organizzazione politica di sparta viene attribuita a Licurgo, che nella seconda metà del VII secolo a.C pubblicò una costituzione, la Rhetra.
Sparte era una diarchia, ovvero governavano due re che si tramandavano il potere per via ereditari, in seguito, con l’aggiunta di nuove istituzioni si giunse alla costituzione: la Rhetra prevedeva che solo gli spartiati avevano diritti politici e venne aggiunta anche la Apèllea, ovvero l’assemblea popolare formata da tutti gli spartiati maschi con più di trent’anni.
Una volta al mese l’assemblea si riuniva per approvare le leggi, scegliere il capo dell’esercito, dichiarare guerra e per eleggere i magistrati.
I magistrati, detti èfori, erano cinque e il loro presidente era detto èponimo.
Oltre all’Appèlla c’era la Gerusia, il consiglio degli anziani: facevano parte di questa assemblea i due re, i primogeniti delle famiglie più importanti della poleis e 28 aristocratici detti geronti.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email