Ominide 15521 punti

I popoli della Grecia

La penisola greca sta tra il Mare Ionio ed il Mar Egeo. Quest’ultimo è ricchissimo di isole che rendono molto facili le comunicazioni tra la costa greca e quella dell’Asia Minore. Il mare penetra profondamente nelle coste della penisola, che sono le più frastagliate di tutta l’Europa, tanto che i punti più interni del paese non distano mai dalla costa più di 50 km nel sud e di 100 km nel nord. La navigazione è di conseguenza facile; l’abbondanza delle isole permette di raggiungere punti lontani tra loro senza perdere di vista la terra. Le regioni più importanti della Grecia sono: - Il Peloponneso a sud, con insenature profonde e numerose, e scarse pianure, isolate dalle catene dei monti, il più alto dei quali è il Taigeto. Le città più importanti del Peloponneso furono prima Micene e Tirinto, poi Sparta. – L’Attica e la Beozia, al centro. Sono simili al Peloponneso per l’ampiezza delle coste, la povertà delle terre e l’abbondanza delle colline. Le città più importanti furono Tebe nella Beozia e Atene nell’Attica. – La Tessaglia a nord, con il monte più alto della Grecia, l’Olimpo, ha coste meno sviluppate e pianure più ampie. Gli abitanti della Tessaglia, più lontani dal mare, furono agricoltori ed allevatori di bestiame. La città più importante fu Làrissa. In tutta la Grecia il clima è secco e la terra è povera anche perché mancano grandi fiumi, ma il paesaggio luminoso ed incantevole educa al gusto delle cose belle. La povertà delle terre spinse i Greci a fondare colonie; la difficoltà di comunicazioni interne favor il formarsi di piccoli stati indipendenti l’uno dall’altro.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email