Ominide 2892 punti

Ottaviano

Gaio Ottaviano, un giovane di 19 anni, nonché nipote e figlio adottivo di Cesare, dimostrò sin da subito spiccate doti politiche, tanto che entrò subito in lotta per ottenere il potere.Ottaviano si stava contendendo il potere con Marco Antonio. Ottaviano distribuì le sue ricchezze tra i soldati, per crearsi un esercito fedelissimo, e tra la plebe per ottenere popolarità e fiducia. Egli però non si fece come nemici i senatori.
Il senato si schiera con Ottaviano.
Durante la lotta tra Ottaviano e Antonio, il Senato cercò di condurre il primo (per la sua giovane età) dalla parte degli optimates.
Nel 43 a.C Marco Antonio cercò di ottenere l'incarico di proconsole della Gallia Cisalpina, invece che della Macedonia, la quale era stata assegnata a Bruto (uno dei cesaricidi), che rifiuto di effettuare lo scambio con Marco Antonio. A quesl punto Ottaviano appoggiò Bruto, e i due rivali si scontrarono nei pressi di Modena. Antonio ebbe la peggio e fuggì nella Gallia Narbonese, dove si riunì con le truppe di Lepido.

Allo stesso tempo a Roma (43 a.C) Cicerone pronunciava veementi orazioni (Filippiche) contro Marco Antonio in Senato. Infatti Cicerone cercava di convincere i senatori ad affidare a Ottaviano l'esercito e di dare ai due consoli in carica il compito di arruolare nuove truppe contro Marco Antonio.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email