Ominide 1957 punti

L’impero romano in generale

L'impero è un dominio su realtà politica e sociale molto differenti tra loro in cui i sudditi hanno il diritto di seguire la propria religione e di parlare la propria lingua.

L'impero è basato su:
- la forza che garantisce i sudditi la sicurezza interna e quella dai nemici esterni
- l'amministrazione
- l'ideologia, in cui diversi popoli che abitavano l'impero si riconoscevano come un popolo solo.

l'impero romano si è fondato con le guerre puniche perché durante questo conflitto Roma iniziò ad unire al proprio stato territorio al di fuori dalla penisola italica. La struttura politica nuova richiedeva forme di governo diverse da quelle tradizionali della Repubblica.

Ottaviano diventa erede nel 44 avanti Cristo:
- rivestì cariche religiose;
- veniva riconosciuto come patronus;
- assunse il titolo di censore, di Console e di proconsole.
Ottaviano concentrò nelle sue mani:
- le funzioni del Senato;
- le funzioni delle magistrature consolari;
- le funzioni delle assemblee popolari.
Tra l'altro, restaurò la repubblica, riportando il Senato a 600 senatori e in cambio ottenne il titolo di Augusto Dal Senato.

Il territorio dell'impero era in comproprietà fra la Repubblica e l'imperatore:
- la provincia più ricca, ovvero l'Egitto apparteneva ad Augusto;
- la Provincia presso i confini apparteneva ad Augusto;
- province interne appartenevano al Senato.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email