Ominide 1909 punti

Il periodo della fondazione di Roma è uno dei più complessi e oscuri nonostante la ricca messe di notizie disponibili. Il fatto è che i racconti sulle origini sono impregnati di elementi leggendari stratificati e via via elaborati nel corso dei secoli, fino alla versione ufficiale del II-I secolo a.C. del resto non mancarono modifiche e correzioni successive che introdussero varianti registrate dalle fonti letterarie. La critica moderna, che si avvale di dati e metodologie ignote agli antichi, dalla documentazione archeologica dall’indagine linguistica, non ha risolto tutte le questioni, ma almeno consente di accertare che i Romani non sapevano molte cose sul loro passato remoto e che riempivano gradatamente i vuoti secondo una logica che trasferiva al passato la visione che gli storiografi avevano del presente e dei problemi politici dei contemporanei. Tuttavia, ciò non significa che debbano essere rifiutati integralmente. Ogni tentativo di ricostruzione storiografica deve comunque partire dall’analisi critica delle fonti letterarie messe a confronto con ogni altro dato disponibile. Per quanto concerne la leggenda canonica, essa è fondamentalmente nata di Enea dopo la caduta di Troia e fu diffusa nel Lazio e in Roma forse per l’influenza Etrusca; l’altro era una leggenda locale sulle origini di Roma, incentrata sul fondatore eponimo Romolo (il nome deriva dalla città, con l’aggiunta del suffisso –ulus, come per siculus), la cui figura fu precisata con l’attribuzione di diversi elementi tratti dal patrimonio comune indoeurpero, come probabilmente la storia dei due fratelli, dei quali uno uccide l’altro perché non ha rispettato determinate clausole di tipo religioso. Quando le due tradizioni si incontrarono gli antichi sentirono l’esigenza di conciliarle, introducendo e valorizzando elementi locali, di effettiva importanza nella storia laziale, come Lavinio Alba Longa e la sua lista di trenta re. La storiografia moderna ha riconosciuto la compresenza di vari elementi in questo racconto, sia indoeuropei, sia greci, sia latini e attraverso il ricorso a una nuova documentazione offre una ricostruzione complessiva della modalità che hanno presieduto alla nascita della città

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email