Nyxante di Nyxante
Ominide 222 punti

L'età antica


Gli storici chiamano età antica il periodo storico compreso tra la Preistoria (cioè da quando si hanno i primi attestamenti scritti) e la caduta dell'Impero Romano d'Occidente (476 d.C.).
Tutte le prime civiltà urbane complesse hanno in comune il fatto di essere sorte vicino regioni fluviali, degli esempi sono le aree tra il Tigri e l'Eufrate, dell'Indo, del Nilo e del Fiume Giallo.
Anche nella nascita delle società in Europa il fattore "acqua" è stato fondamentale: il fulcro della civiltà europea e del vicino Oriente, infatti, è stato il Mediterraneo.
Le regioni siriache e anatoliche, quelle elleniche ed egee, italiche e nordafricane hanno visto sorgere delle società che sono andate a svilupparsi fino a raggiungere il proprio dominio su tutte le coste mediterranee.
Una grandissima civiltà che ha avuto origine sul Mediterraneo è stata quella ellenica, importantissima sia dal punto di vista culturale che politico.
La civiltà successiva a quella greca fu quella romana, di grandissima importanza, che riuscì a estendersi fino a raggiungere le regioni settentrionali europee (Gallia, Britannia e la regione danubiana). Questa civiltà sviluppò, oltre la propria cultura romana, anche quella ellenica, capendone il grande valore.
La caduta dell'Impero Romano d'Occidente fu causato, oltre ad altri numerosi motivi, all'indebolimento dato dallo sforzo di mantenere unito un Impero così vasto. Questo portò a una grande cesura politica e, soprattutto, all'inizio dello spostamento verso nord ed est del fulcro economico e politico del mondo europeo e mediorientale, si pensi, ad esempio, al futuro Regno Franco o a Costantinopoli.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email