Ominide 11 punti

La civiltà Cretese e la civiltà Micenea


Il popolo di Creta è legato al leggendario mito del Minotauro. La loro origine non si sa per certa però sappiamo che erano una popolazione mediorientale. Il territorio in cui abitavano era montuoso e privo di minerali allora si dedicarono all'agricoltura e all'allevamento dei bovini dai quali ricavano la lana, inoltre erano abili commercianti marittimi ( nel mar Egeo), commerciavano ceramiche, utensili in ferro, lana. Tra il 2000_1450 a.C. imposero la Talassocrazia( Thalasca - Potere). I Cretesi erano una civiltà Palaziale ovvero il centro di potere era il palazzo del re nel quale si svolgevano poteri legislativi ed esecutivi, inoltre questi palazzi non avevano mura intorno il che ci fa' pensare al fatto che fossero una società pacifica. La loro religione era politeista ed era molto legata alla natura. SI pensa che la loro civiltà sia terminata a causa si un esplosione del vulcano Thera o a causa di un invasione da parte dei Dori.
Subito dopo i Cretesi popolarono la Grecia i Micenei e occuparono soprattutto la parte del Peloponneso al centro della Grecia. Anche i Micenei erano civiltà palazzine però al contrario dei Cretesi loro proteggevano il palazzo del re (wanax) con delle mura il che ci fa pensare che fossero tutt'altro che pacifici.
La loro scala gerarchica comprendeva: al vertice il re (wanax), un capo militare (lawaghètas) e da un gruppo di guerrieri chiamati hequetai. La loro espansione sul mare oltre che a Micene comprese anche: Pilo,Argo, Tirinto, Tebe. I Micenei conobbero anche tre tipi di scritture: la scrittura geroglifica nel 1.900 a.C./ la lineare a nel 1.700 a.C./ la lineare B nel 1.450 a.C. Tra queste scritture solo quest'ultima è stata decifrata perché conteneva caratteri della scrittura greca.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email