Ominide 2537 punti

La civiltà cretese:dal 3000 a.C. al 1450 a.C.

Il mediterraneo centrale, in cui si trova l'isola di Creta,era rimasto in ombra per molto tempo, eppure si svilupperà una splendida civiltà che eserciterà un profondo e positivo influsso sui popoli della penisola greca,tecnologicamente meno avanzati.
La civiltà minoica o cretese nasce intorno al 3000 ca e si distinguono tre periodi Minoico antico, medio recente.
-Minoico antico va dal 3000 al 1800 ca: l’agricoltura e il mare assicurano le risorse e iniziano i rapporti con gli Achei, che avevano i loro centri principali in Micene, Tirinto e Argo.
-Minoico medio va dal 1800 al 1570 ca: sorgono numerosi palazzi che diventano i centri della vita politica, sociale ed economica dell’isola; è una fase di prosperità. Nel 1700 ca la posizione geografica dell’isola favorì la nascita e il potenziamento di una fitta rete di scambi mercantili verso oriente e verso occidente. L’isola viene sconvolta da un’immane catastrofe, ma si riprende rapidamente.

-Minoico recente 1570-1450 ca: si interrompe la fase di prosperità e inizia un periodo di crisi. Nel 1450 una nuova terribile calamità distrugge l’isola. Gli Achei la invadono e la conquistano. La presenza degli invasori è documentata dall’introduzione di un nuovo tipo di scrittura, la lineare B decifrata da Michael Ventris.
La civiltà greca per certi aspetti ancora misteriosa, si fondava su un’organizzazione monarchica al cui vertice stava un re-sacerdote, il minosse. Nella società cretese, differentemente da altre società, la donna occupava una posizione di privilegio perché la religione dell’isola era dominata da una figura femminile la grande madre o Potnia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email