vally32 di vally32
Habilis 2556 punti

Cambiamenti della cultura romana nell'età Augustea

Per far apprezzare le sue capacità, Ottaviano utilizza una “strategia del consenso” e si fa conoscere specialmente attraverso la coniazione di monete (d’argento) con impressa la sua faccia ma anche con notevoli statue sparse nell’impero, uno dei suoi scopi era appunto creare dei nuclei di civiltà romana nelle provincie.
Augusto, inoltre, riforma i valori della crisi della repubblica e cerca di riportare i valori del’’antica Roma, gli antichi costumi.
Il primo antico costume riportato all’alba fu il matrimonio.
Ottaviano, infatti, cominciò ad avere una protezione e una moralizzazione per il concetto di famiglia e soprattutto per le famiglie con figli.
Si poteva celebrare solo il matrimonio monogamico e non c’era più quella grande libertà dei costumi che c’era fino ad adesso.

Un'altra attività riportata a riva fu l’ozium, ovvero l’attività ricreativa intellettuale che era riservata agli aristocratici perché non dava nessun tipo di reddito.
Ottaviano la riforma e con il suo amico Mecenate crea “il circolo di Mecenate” in cui i letterati, poeti e musicisti possono essere mantenuti da persone di una certa casta sociale, facendo il loro lavoro.
I tre esponenti della letteratura più importanti in quel periodo furono:
-Virgilio: che con la scrittura dell’Eneide giustifica la dinastia Iulia e porta la divinità ad Ottaviano.
-Georgiche e le Bucoliche: poemetti che parlano del piacere dell’agricoltura e della vita dei campi.
-Tito Livio: Storico romano che scriveva in latino; Scrisse i “libri dalla fondazione di Roma” che noi non possediamo tutti ma solo pochi ed erano scritti per giustificare il potere di Ottaviano.
-Quinto Orazio Flacco: Autore del “Carpe Diem” (Apprezziamo e assaporiamo quello che di buono c’è nella vita) che è l’11° ode del primo libro.
Figlio di un liberto (schiavo liberato) si può capire quanto la civiltà romana ora non è più legata alle origini e si fa portatore dei valori dell’età Augustea. Esprime che Ottaviano ha esaudito i suoi più grandi desideri: un campicello (rendita), una botte di vino cocubo (cibo) e una donna nel suo letto (affetti).

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email