Eliminato 52 punti

Babilonesi, Assiri, Medi e secondo impero babilonese


Le città-stato sumere si ribellarono ai Gutei, i quali non riuscirono più a conquistare la gloria di un tempo. Già dal II millennio a.C. si incomincia a parlare degli Assiri e dei Babilonesi, stanziati rispettivamente nella Bassa e nell’Alta Mesopotamia, il cui sovrano più importante è sicuramente Hammurabi, re di una popolazione semitica che si era stanziata nella città di Babilonia intono al XIX secolo a.
C. I babilonesi continuarono la loro politica costituendo il primo impero babilonese con capitale Babilonia. Ad Hammurabi si attribuiscono doverose opere: tra le più famose l’espansione territoriale verso i territori che due secoli prima erano popolati dagli Accadi e per secondo l’istituzione del Codice di Hammurabi, che non fu il primo codice di leggi della storia ma di sicuro è il più importante, una raccolta di 282 paragrafi di legge (contenuti in una lastra di basalto nera custodita nel museo del Louvre che vede raffigurato il re Hammurabi vicino al dio Sole che gli consegna le tavole della legge) riguardanti le norme di comportamento nell’ambito familiare, commerciale e lavorativo, ma il più importante è quello contenete la legge del Taglione (dal greco talis: uguale) che si basava sul principio dell’uguaglianza ossia che io potevo infliggere una pena in modi uguali alla colpa commessa. Questa legge è conosciuta meglio con il nome di occhio per occhio, dente per dente. E avrà lunga vita e sarà adottata anche nel Medioevo

Il primo impero babilonese fu invaso da numerosi popoli tra i quali gli Assiri (1146 a.C.), un popolo montanaro, bellicoso e crudele tanto che tra le loro divinità occupava un posto di rilievo il dio Asus, dio della Guerra. Questo popolo si era già stanziato nell’Alta Mesopotamia durante l’età del Bronzo e diede vita a piccole organizzazioni cittadine e a una fiorente economia basata sull’agricoltura e sul commercio. Nel XVI secolo diedero vita a un regno, ma su nel X e IX secolo che diedero vita ad un impero servendosi di mezzi feroci e spietati. Questa espansione fu resa possibile grazie ad un esercito efficientissimo che disponeva di feroci carri da battaglia. L'impero assiro divenne il più vasto mai esistito nel mondo orientale prima dei Persiani. Le due capitali erano Ninive e Assur che insieme al nome del dio principale dava il nome al popolo. I sovrani più importanti furono Saragon II, abile guerriero e re diplomatico, e Assurbanipal, amante dell’arte e della cultura tanto da costruirsi una biblioteca personale, la più ricca dell’epoca. essi operavano con crudeltà e violenta, razziando e amputando nasi e mani e deportando snazionalizzando/assirizzando i popoli ossia togliendo loro la propria identità culturale

Nel 612 a.C. i Babilonesi aiutati dai Medi di Ciassarre, provenieti dall’attuale Iran, distrussero la città di Ninive e cercarono una soluzione anti-assira gettando le basi per il secondo impero babilonese con il sovrano Nabucodonosor, il sovrano si espanse e distrusse il Regno di Giuda e distruggendo Gerusalemme. Coi successori di Nabucodonosor l’impero iniziò a decadere e nel 539 a.C. l’intero impero venne invaso dai Persiani
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email