Genius 32358 punti

All’avvicinarsi dei nemici gli abitanti delle campagne accorsero disordinatamente in città, in cerca di un rifugio. Sembrava che le mura e il Tevere potessero rappresentare una barriera sicura, ma il ponte Sublicio stava per aprire la via ai nemici, se non fosse stato per un uomo, Orazio Coclite. Egli era posto a guardia del ponte. Vide che il Gianicolo era preso d'assalto e che i nemici correvano giù velocemente, mentre i Romani in preda al panico abbandonavano luogo le armi e il posto di combattimento.
Allora cominciò a trattenerti uno per uno: se dopo aver passato il ponte lo avessero lasciato intatto alle loro spalle, in pochissimo tempo vi sarebbero stati più nemici sui Palatino e sui Campidoglio che non sul Gianicolo. Li esortava perciò a far crollare il ponte col ferro, col fuoco, con qualsiasi mezzo riuscissero a trovare; egli intanto avrebbe trattenuto i nemici fino a quando sarebbe stato umanamente possibile resistere per un uomo solo. Avanzò quindi sulla testa del ponte e si preparò ad affrontare il combattimento corpo a corpo, lasciando stupiti i nemici per la sua incredibile audacia.

Gli Etruschi esitarono a lungo, guardandosi l’un l’altro, prima di cominciare il combattimento. La vergogna infine li spinse all’attacco; levato il grido di guerra, cominciarono a scagliar frecce da ogni parte contro quell’unico avversario. Tutte le frecce si piantarono nello scudo di Codite, che con ostinazione continuava a sbarrare il ponte, piantato saldamente sulle gambe. Quando i nemici stavano ormai per buttano di sotto, il fragore del ponte che crollava e le grida di gioia levate dai Romani per la riuscita dell’impresa arrestarono il loro impeto, lasciandoli a un tratto sgomenti. Coclite allora disse:”O venerabile padre Tevere, ti prego, accogli , queste armi e questo soldato con benigna corrente”.
Armato così com’era si gettò nel Tevere; gli piombarono addosso molte frecce, ma nuotando riuscì a raggiungere sano e salvo i suoi compagni.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email