Ominide 943 punti

LE ONG

Esistono nel mondo organizzazioni che non dipendono dai governi deI loro Paesi, ma che sono formate da volontari, le ONG.
Le ONG sono organizzazioni spontanee, nate dall'esigenza di persone che volevano in qualche modo intervenire per migliorare una situazione negativa. Esse sono diversissime le une dalle altre per ogni aspetto: i settori in cui intervengono, le modalità di intervento, le dimensioni ( per esempio il WWF ha quasi 5 milioni di soci), il bilancio (per esempio quello della Croce Rossa è di 500 milioni di euro l'anno).
Alcune ONG si occupano dei problemi ambientali. Tra queste vi sono diverse associazioni internazionali, come il World Wild-life Fund (Fondo mondiale per la natura), Friends of Earth (Amici della Terra) e Greenpeace. Altre agiscono a livello nazionale, come la Federazione italiana Pro Natura. Diverse ONG mirano a fornire assistenza medica nei Paesi dove lo Stato non ha i mezzi per farlo. Médecins sans frontières (Medici senza frontiere) e Médecins du monde (Medici del mondo) ad esempio inviano personale medico in moltissimi Paesi del Terzo Mondo. Emergency, che ha la base in Italia, svolge un lavoro simile. Diverse associazioni raccolgono fondi per la ricerca, ad esempio per finanziare gli studi su alcune malattie.

Alcune associazioni, come Amnesty International, si occupano dei diritti umani nel mondo, battendosi contro la tortura, la pena di morte e tutte le violazioni dei diritti. Altre associazioni realizzano progetti di diverso tipo nel Terzo Mondo, come Mani Tese. Alcune si occupano della difesa del patrimonio artistico e culturale di un Paese, come in Italia il FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) e Italia nostra.
Esistono moltissime altre organizzazioni che si occupano di temi specifici, dalla lotta contro il razzismo alla diffusione dell'istruzione, dalla protezione degli animali al sostegno alle persone che soffrono di una malattia.
Le ONG agiscono in modi molto diversi, che dipendono sia dal campo d'azione, sia dai mezzi che hanno a disposizione. Le organizzazioni principali di solito organizzano campagne d'informazione e sensibilizzazione per far conoscere un problema e convincere la gente ad adottare i comportamenti adatti a risolverlo. Ad esempio la sensibilità ambientale, oggi diffusa nei Paesi sviluppati, è il risultato delle campagne condotte a partire dagli anni Sessanta da diverse associazioni ambientaliste.
Diverse organizzazioni curano progetti specifici miranti a risolvere un problema in una realtà locale. È il caso di molte associazioni che lavorano nel Terzo Mondo e che realizzano un intervento in grado di migliorare le condizioni di vita in un'area ristretta: ad esempio la costruzione di un edificio adatto ad ospitare una scuola; lo scavo di alcuni pozzi in un'area dove vi è scarsità d'acqua, un corso di alfabetizzazione per donne che non hanno avuto l'opportunità di andare a scuola. Le organizzazioni più piccole di solito seguono un numero ridotto di progetti, mentre le grandi organizzazioni possono seguirne molti, mettendo a frutto l'esperienza accumulata nel corso del tempo.
In alcuni casi le ONG organizzano interventi diretti per contrastare un'azione ritenuta dannosa: ad esempio i battelli di Greenpeace cercano di mettersi in mezzo tra le balene e le navi che danno loro la caccia in modo da difendere le balene; ambientalisti di altre associazioni si stabiliscono sugli alberi che devono essere abbattuti. Azioni di questo tipo hanno spesso molto risalto sui mezzi di comunicazione di massa e perciò in alcuni casi permettono di ottenere risultati.
Molte delle organizzazioni maggiori svolgono un'importante opera di consulenza, ad esempio durante i negoziati internazionali: esse, infatti, hanno spesso un alto livello di competenza, grazie all'esperienza accumulata nel loro campo d'azione, e sono in grado di fornire indicazioni utili quando si cerca di arrivare ad un trattato internazionale su un problema specifico.

Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove