Ominide 4958 punti

Disinformazione


La non-informazione e la disinformazione vengono poste in essere in funzione di un/una particolare interesse/ideologia. Su questa base, si nota una tendenza nella scuola: che i figli del ceto medio vengano separati da quelli dell’operaio, evitando che questi ultimi facciano concorrenza ai primi. Questa rappresenta una vera e propria selezione di classe, che contribuisce a creare/consolidare veri e propri complessi con conseguente disadattamento scolastico (frutto dell’errato modo di operare della scuola e dei suoi operatori). Questi fenomeni si verificano soprattutto nei periodi di crisi/cambiamento. Queste funzioni sono tra loro interconnesse. Quando tra esse c’è una rottura si entra in stati patologici (e dell’insegnamento e dell’apprendimento). Quindi, il soggetto, nel tempo e lungo le istituzioni (famiglia, scuola, …), tende a formarsi. Formazione significa procedere, attraverso i ruoli, verso l’autonomia, l’indipendenza, la responsabilità di scegliere; così il soggetto diventa maturo, adulto.
Educare ha una doppia finalità: tirar fuori ciò per cui si ha una particolare sensibilità (interesse, inclinazione, talento;fornire dei modelli di comportamento (dalle GA alle NG).Su questo punto c’è da dire che, essendo le NG “in formazione” e quindi particolarmente esposte al rischio di essere condizionate, il docente può manipolare la coscienza degli allievi. I docenti (e gli adulti in generale) non devono trasferire i modelli che andavano bene a loro; devono educare le NG a costruirsi un modello a propria immagine e somiglianza.
Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Governi
Registrati via email