Ominide 8064 punti

La comunicazione: comunicazione verbale e non verbale, primo assioma della comunicazione e intenzionalità comunicativa


Il primo assioma della comunicazione è “non si può non comunicare”. La società umana è caratterizzata dalla comunicazione, di cui non si può far a meno e, anche se si vorrebbe, non la si può evitare (infatti, il solo fatto di non voler comunicare comunica tale atteggiamento di rifiuto).
Il termine “comunicazione”, nella sua accezione letterale significa “mettere in comune” un messaggio, ovvero condividere qualcosa tra due o più persone, utilizzando un codice comprensibile sia al mittente sia al destinatario.
Tuttavia, dobbiamo puntualizzare che la comunicazione non è una prerogativa dell’essere umano: anche gli animali possono comunicare e, un lampante esempio è costituito da alcuni cetacei o da alcuni insetti, quali le api.
La comunicazione umana può essere espressa sia verbalmente sia non verbalmente. La comunicazione verbale è espressa tramite il linguaggio parlato o scritto; invece, il canale non verbale ha molteplici vie di espressione (quali il linguaggio del corpo, le espressioni facciali, lo stile, il portamento ecc)
Nonostante l’intenzionalità comunicativa sia fondamentale, la comunicazione può avvenire anche ad un livello non intenzionale ad esempio tramite il linguaggio non verbale (oppure anche alla nascita, quando il pianto e il sorriso non sono dotati di intenzionalità comunicativa ma, nonostante ciò assumono tale funzione per gli adulti, che possono interpretarli come segnali riguardo lo stato fisiologico del bambino).
Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email