Vietato uscire durante compito: ragazza sviene

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

una studentessa accusa malessere durante compito in classe, la prof non le crede e la ragazza sviene. L'insegnante indagata

Sembra una scena già vista:compito in classe, alta tensione e un po' d’ansia, così qualche studente chiede di uscire per andare in bagno. Spesso però, non è chiaro se la richiesta sia dettata da esigenze reali o si tratti di uno stratagemma per copiare. Nel caso di una studentessa di La Spezia, però, il malore era reale, ma la sua insegnante non l’aveva capito e le ha vietato di recarsi al bagno, pena il ritiro del foglio e il conseguente brutto voto. Ma il malessere della ragazza è culminato in uno svenimento e ora, a due anni dall'accaduto, la prof è stata rinviata a giudizio.

NON ERA UNA SCENETTA- Non era una di quelle scenette allestite da alcuni studenti impreparati, che accusano un malore per evitare il compito o chiedono di uscire dall'aula per copiare. Non era una scusa quella di una ragazza di La Spezia che, durante un difficile compito scritto, ha chiesto all’insegnante di poter andare in bagno a causa di forti dolori addominali. La prof sospettosa le ha negato l’uscita dall’aula in quanto ancora in corso la verifica. I compagni di classe hanno testimoniato che dopo alcuni minuti, la ragazza avrebbe nuovamente manifestato alla prof il suo disagio e l’urgenza di uscire dall’aula per via del fatto che non riusciva più a sopportare il malessere e stava accusando i primi sintomi di uno svenimento. A quel punto l’insegnante le ha dato il permesso, ma solo dopo averle ritirato il compito marcandolo con un 4 definitivo in quanto ovviamente non completato.

LO SVENIMENTO E I SOCCORSI- Che non si trattasse di un capriccio o di una trovata dell’ultimo secondo per salvarsi dalla verifica, lo ha dimostrato lo svenimento della giovane appena varcata la soglia dell’aula. Uno svenimento che le è costato una frattura alla mandibola, la perdita di tre denti, e una ferita alla testa. Ovviamente sono stati allertati immediatamente i soccorsi, e la studentessa è stata portata in ospedale dove i medici hanno giudicato quelle ferite guaribili in 40 giorni. L’insegnante è stata denunciata dai genitori della ragazza.

PROF SOTTO ACCUSA- Ora la professoressa dovrà presentarsi in tribunale e rispondere dei reati di abuso dei mezzi di correzione o di disciplina e violenza privata per il fatto, accaduto nel 2011. La studentessa che, a quanto pare, ha riportato anche disturbi post traumatici da stress, si costituirà come parte civile molto probabilmente e chiederà anche un risarcimento danni. La prof ora ha chiarito immediatamente di essere mortificata per l’accaduto e soprattutto di non aver compreso il reale malessere della studentessa.

E a te è capitato di non essere compreso da un insegnante?

Margherita Paolini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta