Anche i panini della ricreazione evadono il fisco

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Ricreazione

Ragazzi, non ci crederete, ma esiste il contrabbando di panini e snack a scuola. Sembra uno scherzo, ma la Guardia di Finanza ha davvero smascherato un traffico illecito di panini e pizzette in molte scuole di Pesaro. O meglio, è stato scoperto che venivano vendute cibarie agli studenti durante la ricreazione senza il regolare scontrino fiscale.

BLITZ DELLA GUARDIA DI FINANZA - 80 casi scoperti a Pesaro e, prima, 35 casi ad Ancona. Vista la fame che attanaglia gli studenti a ricreazione, pochi avranno fatto caso alla mancanza dello scontrino, ma alle Fiamme gialle non è sfuggito il giro d’affari che, si stima, si aggiri intorno ad un guadagno di 8000 euro mensili per la sola zona di Pesaro.

COSA SUCCEDE A RICREAZIONE NELLA TUA SCUOLA? - La lotta all’evasione fiscale ha fatto venire alla luce un fenomeno finora sottovalutato, ma adesso vorremmo saperne di più e capire cosa accade anche nella vostra scuola. Avete il bidello che vi fornisce panini e snack letteralmente sottobanco oppure a ricreazione saccheggiate le macchinette automatiche della scuola? Avete un bar interno all’istituto che emette regolari scontrini fiscali o dovete portarvi qualcosa da casa per placare la fame di metà mattinata? Aspettiamo i vostri racconti!

Dove acquisti lo spuntino per la ricreazione?

Cristina Montini

Commenti
Consigliato per te
Colloqui genitori - professori: 5 regole per sopravvivere
Skuola | TV
Non perdere il prossimo appuntamento!

Nella prossima puntata della Skuola Tv potrebbe esserci una sorpresa per te! Curioso di sapere di cosa si tratta? Tieniti aggiornato sul nostro sito!

21 dicembre 2017 ore 18:30

Segui la diretta