Liceo delle Scienze Umane o Liceo Classico? Come scegliere

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri

Vi piacciono di più le materie ‘umanistiche’ o quelle 'umane'?
Siete indecisi insomma se iscrivervi al Liceo Classico o delle Scienze Umane? Per aiutarvi nella scelta, cerchiamo allora di vedere quali sono le differenze che intercorrono fra questi due tipi di scuola per poter

Cosa si studia nel Liceo delle Scienze Umane?

Le materie di indirizzo che caratterizzano questa scuola sono quelle attinenti proprio a tutte quelle discipline relative alla cultura pedagogica, psicologica e socio-antropologica.
Tutto ciò che attinge insomma allo studio dei modelli educativi, relazionali e sociali connessi con le relative implicazioni etico-civili e pedagogico-educative, rappresenta i pilastri fondamentali delle materie affrontate in questo tipo di Liceo.
Quando parliamo di Scienze umane ci riferiamo infatti all’Antropologia, alla Psicologia e alla Sociologia.
Accanto a queste materie di indirizzo, si incontrano quelle che fanno parte delle materie base di ogni formazione superiore come italiano (che nei cinque anni è la materia a cui spettano più ore), matematica, fisica, scienze naturali, lingua inglese, filosofia, educazione fisica, ecc.
Si ricorda inoltre che è previsto per tutto il ciclo superiore anche lo studio del latino sia dal punto di vista della grammatica che della letteratura.
Inoltre nel primo biennio fa parte dell'offerta formativa anche diritto ed economia come disciplina di studio.

Cosa si studia nel Liceo Classico?

Le materie portanti del Liceo Classico sono quelle tipicamente umanistiche come l’italiano, e le lingue classiche come il latino e il greco studiate tutte sia nella grammatica sia nella letteratura.
Mentre lo studio del greco è esclusivo di questa scuola, le altre materie di formazione base sono condivise con tutte le altre: matematica, storia, filosofia, fisica, storia dell’arte, lingua inglese, scienze naturali, educazione fisica, ecc.

Si studia di più nel Liceo Classico o nel Liceo delle Scienze Umane?

Fare un paragone sarebbe impossibile poiché il carico di studio è elevato in entrambe le scuole. Sarebbe forse più corretto parlare non tanto di ore spese nello studio quanto di differenza fra le materie affrontate.
Ma è bene ricordare che ogni sforzo che si fa è sempre commisurato agli interessi che si hanno. Per questo sarebbe più opportuno scegliere soltanto in base alle nostre preferenze e attitudini.
Se ad esempio si è più interessati e incuriositi da materie come la psicologia allora il Liceo delle Scienze Umane potrebbe essere l’opportunità per sviluppare e far crescere il proprio interesse.
Insomma, valutate e ragionate sulle materie di indirizzo delle due scuole e scegliete in base alla curiosità che avete nell’approcciarvi a queste.

Sono utili le giornate di orientamento?

Le scuole medie per gli iscritti all’ultimo anno, organizzano giornate di orientamento con lo scopo di facilitare e aiutare gli studenti ancora incerti sulla scelta da fare.
Queste giornate rappresentano una vera e propria opportunità perché permettono l’incontro fra docenti e alunni provenienti dalle diverse scuole superiori con gli studenti delle medie che, attraverso il contatto con fonti dirette, possono così riuscire a chiedere informazioni attendibili riguardo a tutti i dubbi che hanno.
L’importante è non lasciarsi mai condizionare negativamente né dai docenti che insistono spesso nel consigliare (spesso con valutazioni errate), né dalle aspettative dei genitori che a volte rischiano di soffocare la reale volontà dei figli.
Insomma scegliete la scuola che più vi piace, anche se in futuro dovesse rivelarsi una scelta sbagliata...si può sempre cambiare idea durante il percorso!

Cosa fare dopo il Liceo delle Scienze Umane?

Una volta raggiunta la Maturità in questo tipo di scuola, lo sbocco più immediato sembrerebbe essere l’Università, soprattutto per tutte quelle facoltà che riprendono le materie di indirizzo come Psicologia, Antropologia, Sociologia, Criminologia, Scienze della formazione e dell’educazione, ecc.
Ciò non esclude tuttavia la possibilità di potersi iscrivere alla facoltà che più si desidera poiché tale diploma non ne preclude nessuna.
Se invece non si vuole continuare un percorso di studi post-diploma, è possibile trovare un’occupazione ma la ricerca sarà più difficile rispetto a scuole che rilasciano diplomi tecnici o professionali in quanto lo studio acquisito nel liceo, di qualsiasi indirizzo si tratti, non ha un’impostazione pratica, spendibile appunto nel mondo del mondo del lavoro, ma prettamente teorica e propedeutica agli studi universitari.

Cosa fare dopo il Liceo Classico?

Il discorso è simile a quello appena fatto sulla scuola precedente, poiché la continuazione naturale del Liceo Classico è rappresentata dall’iscrizione all’Università.
Ancora una volta lo studio approfondito svolto al liceo in materie di indirizzo come italiano, latino e greco è ciò che, in facoltà come Lettere e Filosofia, può tornare più utile e facilitare il percorso. Tuttavia, la maturità classica, come quella acquisita nelle Scienze Umane, permette l’accesso anche a tutte le tipologie di facoltà dopo il superamento del tradizionale test di ingresso che spesso è a numero chiuso.
Anche per il rapporto tra questo tipo di diploma e l’accesso al mondo del lavoro, vale lo stesso discorso fatto in precedenza, ovvero che è possibile trovare un’occupazione ma allo stesso tempo è anche molto difficile in quanto le competenze acquisite nel proprio percorso di studi non sono immediatamente efficaci in tutti quei settori professionali accessibili senza laurea.
Skuola | TV
I MARNIK ospiti della Skuola Tv!

Emanuele Longo e Alessandro Martello, dj e producers, saranno gli ospiti della videochat di martedì prossimo! Non perdere la puntata!

22 gennaio 2019 ore 15:30

Segui la diretta