Iscriversi al Liceo Classico, pro e contro: è davvero così difficile?

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri

Devi scegliere la scuola superiore, ti piace l’Italiano, vorresti iscriverti al Liceo classico ma allo stesso tempo ti spaventano le opinioni comuni di tutti che considerano questa scuola troppo difficile?
Allora forse questo articolo potrà aiutarti a capire se questa è la scelta giusta o no per te. Infatti, se sei in terza media hai solo fino al 31 gennaio per fare l'iscrizione online all'anno 2019/20... non c'è tempo da perdere!

Quali materie si studiano nel Liceo Classico?

Uno dei miti da sfatare è per prima cosa quello che reputa il Liceo Classico una scuola dove si studia solo l’Italiano. In realtà, se sicuramente molte ore nel ciclo completo dei cinque anni sono dedicate allo studio di questa materia sotto ogni sfaccettatura (dalla grammatica alla letteratura), tuttavia è errato pensare che le conoscenze che si acquisiscono siano soltanto inerenti ad essa.
Allo studio del Latino, lingua classica prevista anche in altre tipologie di licei infatti, si affianca anche quello del Greco, esclusivo dell’offerta formativa del Liceo classico.
Sia al Latino che al Greco vengono dedicate diverse ore settimanali per tutti e cinque gli anni in cui non viene studiata solo la lingua e la grammatica ma anche la letteratura accompagnata dai testi in lingua in programma nelle due materie.
Italiano, Latino e Greco sono le materie che fra tutte sono sicuramente le più rappresentative di questo tipo di scuola, tutte e tre tanto complesse quanto affascinanti e belle. Non scoraggiatevi se all’inizio riscontrate delle difficoltà perché è assolutamente normale dato che, a parte italiano, le altre due sono materie del tutto nuove con cui confrontarsi.
Attraverso uno studio costante, la difficoltà iniziale, ‘di impatto’ per così dire, piano piano è destinata a dissolversi. Fondamentale risulta in questo senso l’aiuto dei docenti a cui dovrete chiedere sempre spiegazioni e chiarimenti qualora non capiate gli argomenti trattati in classe o studiati a casa.
A queste materie di indirizzo, si accompagnano tutte le altre presenti anche nelle altre scuole come matematica, lingua inglese, scienze naturali, storia, filosofia, storia dell’arte, educazione fisica ecc.
Per una valutazione completa ed esaustiva sulle materie e le ore ad esse dedicate per l’intera durata del ciclo di studi, si consiglia comunque di consultare le relative tabelle sul sito del Miur.

Quanto devo studiare al Liceo Classico?

Insomma quando comunemente si sente dire che “la formazione che fornisce il Liceo Classico è completa” è assolutamente vero, non si tratta di un luogo comune o di una frase fatta.
A una scuola che fornisce una così grande conoscenza però deve corrispondere un impegno e uno studio da parte degli studenti altrettanto grande e responsabile.
Senza voler aggiungere ansie e timori, ciò che spaventa i ragazzi che vogliono iscriversi al Classico risiede proprio nell’attenzione costante richiesta in aula e nel carico di studio quotidiano che, per materie come il greco e il latino, può risultare molto difficile se non accompagnato dalle spiegazioni del docente nelle lezioni frontali.

Cosa fare dopo il Liceo Classico?

L’Università è considerata la naturale prosecuzione degli studi classici in quanto questo tipo di scuola non fornisce saperi pratici ma solo ‘teorici’ che possano poi essere approfonditi nel corso degli studi universitari presso la facoltà scelta.
L’ampiezza delle materie trattate permette agli studenti che hanno acquisito la maturità classica di poter iscriversi alla maggior parte delle facoltà. Certo, sconsigliata in tal senso appare la scelta di un indirizzo universitario come matematica o fisica perché in confronto a quelle apprese nel Liceo Classico, le basi scientifiche offerte da altre tipologie di scuole sarebbero più appropriate. Ma ciò è solo un consiglio e non pregiudica certo l’ingresso in qualsiasi facoltà: dopo aver conseguito la maturità classica, si può comunque scegliere qualsiasi università!
Allo stesso tempo, sarebbe riduttivo pensare che il sapere acquisito nel Classico permetta l’accesso soltanto alla facoltà di Lettere e Filosofia e in quelle affini! Si possono invece intraprendere studi universitari in Lingue, Medicina, Scienze infermieristiche, Fisioterapia, Odontoiatria, Logopedia, Scienze Pedagogiche, Scienze politiche, Scienze Economiche, ecc.
Ricordiamo che comunque non si è obbligati ad iscriversi all'Università dopo aver terminato gli studi classici ma si possono fare scelte diverse come provare ad inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro (anche se il percorso in tal senso risulterà più difficile a causa della già citata impostazione teorica di questo tipo di studi.

Liceo Classico, si o no?

Nel Liceo Classico insomma è inutile dire che si studia e anche tanto, ma tutto ciò che si apprende non è mai fine a sé stesso, è un bagaglio che si porta dietro per tutta la vita.
Le lingue e le letterature classiche sono comunemente e banalmente considerate ‘morte’, ma in realtà riflettono molti aspetti dell’uomo che vivono in ognuno di noi ancora oggi. Affrontare studi di questo tipo significa insomma studiare qualcosa che rimane per sempre.
E quindi sì, Liceo Classico forever!
Skuola | TV
I MARNIK ospiti della Skuola Tv!

Emanuele Longo e Alessandro Martello, dj e producers, saranno gli ospiti della videochat di martedì prossimo! Non perdere la puntata!

22 gennaio 2019 ore 15:30

Segui la diretta