Scuola media, rivoluzione in vista: addio voti, bocciature e pagelle?

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
studente stupito

Si preannuncia una vera e propria rivoluzione per la scuola media. In primo luogo si farà a meno dei voti numerici, sostituiti da lettere dalla A alla E. Tra gli altri incredibili cambiamenti, l’eliminazione delle prove Invalsi dall’esame di terza ed il loro inserimento durante il percorso di studi, oltre che l'abolizione delle pagelle. A riferirlo, OrizzonteScuola.i
: facciamo presente che queste sono solamente indiscrezioni, e che niente di ufficiale è stato ancora stabilito e comunicato dalle istituzioni. La riforma punterebbe al calo della dispersione scolastica.



Niente bocciature (o quasi)


Secondo quanto affermato dalle due testate, in una scheda elaborata dal Ministero si preannuncia l’eliminazione delle bocciature che sono viste come peggiorative per “la situazione del singolo studente ed prodromica per la dispersione scolastica”. La promozione sarebbe quindi disposta “a maggioranza dal consiglio di classe anche in presenza di livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione”. Quindi, il Consiglio di Classe potrebbe avere la facoltà di decidere di portare avanti gli studenti anche se hanno avuto un percorso traballante, a prescindere dai voti.

I voti


Niente più 4 o 6, 7 o 10. Si passerà a lettere dalla A alla E,
In pratica, le lettere dalla A alla C starebbero a indicare i voti dal 6 al 10, mentre la D equivarrebbe alle insufficienze meno gravi (o "le competenze parzialmente raggiunte"). La E sarebbe prevista per quegli quegli studenti che non hanno raggiunto le competenze richieste (o sono "in via di prima acquisizione").

Pagella addio


Neanche la pagella si salverà. Secondo le indiscrezioni, sarà sostituita dai livelli di competenze raggiunti.

Carla Maria Ardizzone
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

3 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta