Gite da incubo: almeno 1 morto ogni anno

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

foto di domenico maurantonio, studente morto in gita a Milano per visitare Expo 2015

Aveva solo 19 anni e avrebbe dovuto sostenere la maturità 2015 con altri 500mila maturandi. Diciamo "avrebbe dovuto" perchè Domenico Maurantonio è stato ritrovato senza vita la mattina del 10 maggio. Il suo corpo sembra essere precipitato dal quinto piano dell'albergo in cui alloggiava con la sia classe, la quinta del liceo Ippolito Nievo di Padova, a Milano per visitare Expo 2015. Ancora non si conoscono le cause del decesso, se è stato suicidio o omicidio, ma quello che è certo è che quello di Domenico purtroppo non è l'unico caso in cui uno studente ha perso la vita mentre era in gita scolastica. Skuola.net, grazie a una rapida ricerca sul web, ne ha contati almeno 9 dal 2000 a oggi, in media almeno uno l'anno. E il comun denominatore nella maggior parte dei casi è sempre lo stesso, l'imprudenza.

2015, IL BALCONE MALEDETTO - Domenico è precipitato dal quinto piano del suo albergo proprio come Anastasia, la studentessa greca di 17 anni che ha perso la vita mentre era in gita a Roma con la sua classe. Anche lei sembra essere caduta dal balcone della sua stanza d'albergo, al secondo piano e anche in questo caso non sono state chiarite le cause del salto nel vuoto della ragazza.

2014, SELFIE PERICOLOSI E GIOCHI INCOSCIENTI - Si è invece sporto troppo Gabriele, ma stavolta non da una finestra. Lui aveva appena 15 anni ed era in gita a Barcellona con la sua scuola. Dopo una serata passata all'Hard Rock Cafè di Barcellona, lui e i suoi compagni tornano sulla nave sulla quale erano imbarcati e si dividono. Alcuni fanno ritorno alle loro cabine, altri vanno all'undicesimo piano della nave, il più alto della Grimaldi Lines. Tra questi c'è anche Gabriele che, secondo quando hanno raccontato i testimoni, si avvicina di corsa alla balaustra, cade e precipita in mare perdendo la vita appena un anno fa, nel 2014. Lo stesso di un'altra tragedia avvenuta durante un viaggio d'istruzione a Roma, quello che ha visto protagonista uno studente di Losanna, in Svizzera, che per giocare con dei coltelli insieme ai suoi amici, è rimasto accoltellato ed è morto. Lui di anni ne aveva appena 16, uno in meno di Isabella che, sempre lo stesso anno, muore in gita a Taranto nel tentativo di farsi un selfie sulla scogliera.

Ecco come la scuola ha ricordato Gabriele

2010, SUICIDIO E CROLLO IN GITA - Non si è trattata di imprudenza, ma di suicidio vero e proprio quello fatto da una studentessa romana di 19 anni, Maria Cristina, in gita a Londra con la sua scuola. La studentessa ha deciso di farla finita nel 2010 gettandosi dal sesto piano dell'albergo inglese in cui alloggiava insieme ai suoi compagni. Non si è trattato nè di suicidio nè di imprudenza il fatto accaduto lo stesso anno a Ventotene, dove due studentesse di 13 e 14 anni ha perso la vita a causa del crollo improvviso di una parete di tufo mentre erano in gita con la loro classe che, a parte qualche ferito, si è salvata.

2000, UNA BRAVATA DIVENTATA TRAGEDIA - Quella di Andrea invece, 14enne in gita con la sua classe in Puglia nel 2000, è stata una bravata finita male. Di sera è andato nella stanza delle ragazze dalla quale voleva rientrare nella sua senza essere visto dai più. Come? Tentando di scavalcare la grata della balconata che separava la camera dove alloggiavano le ragazze dalla sua, ma ha perso l'equilibrio ed è precipitato facendo un volo di sei metri, cadendo sulla scalinata e sbattendo la testa.

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta