Tornare a scuola? Può costare più di 1000 euro!

Si avvicina sempre di più il ritorno sui banchi di scuola. Il conto alla rovescia è iniziato così come i primi conti da parte dei genitori. Nei negozi e nei supermercati di tutta Italia già da giorni è comparso tutto l'occorrente per la scuola – da diari e quaderni low cost a zaini e astucci griffati.
Tra astucci, penne, libri, quaderni e altro materiale scolastico, la lista delle cose da acquistare è lunga e costosa.
Secondo i calcoli di Federconsumatori, nel 2018 i costi sono aumentati dello 0,8% rispetto al 2017, con la spesa media per il corredo scolastico che quest'anno si aggirerà intorno ai 526 euro ad alunno.

Leggi qui i consigli per risparmiare sui libri scolastici >>

Cara scuola, quanto mi costi!

Quali sono i prodotti con l'aumento più considerevole? Si tratta degli astucci e dei diari, in particolari quelli legati ai cartoni animati.
Più pesanti gli aumenti secondo il Codacons: mediamente si spenderà il 2% in più - rispetto allo scorso anno - per penne, diari, quaderni e zaini, ma si arriva al 4% per le marche più richieste dai giovanissimi, legate a squadre sportive, cartoni animati, bambole o personaggi e serie famosi. Tra corredo e libri di testo la spesa complessiva può facilmente superare i 1.100 euro a studente, con un incremento medio del +2% rispetto al 2017, una vera e propria stangata per le tasche dei genitori.

Da tali dati appare evidente la necessità di potenziare le agevolazioni per l’acquisto dei testi scolastici destinate alle famiglie meno abbienti.


Scopri come risparmiare con la nostra guida all'acquisto di libri usati! >>

I 4 consigli per risparmiare

Cosa fare quindi per evitare il salasso di settembre? il Codacons lancia quattro consigli per risparmiare ulteriormente.
  • Non seguire le mode. In tal modo per il corredo si può spendere il 40% in meno, acquistando prodotti di identica qualità. Non comprare gli articoli legati ai personaggi dei cartoni animati o bambole famose.
  • Nei supermercati si può arrivare a risparmiare fino al 30% rispetto alla cartolibreria.
  • Rinviare gli acquisti. Le scorte di quaderni e penne si possono anche comprare in un momento successivo. Spesso, aspettando, si risparmia.
  • Aspettate i professori. Per i materiali più tecnici (dal compasso ai dizionari), poi, è bene attendere le disposizioni dei professori, onde evitare acquisti superflui o carenti.

Chiesto l'intervento del Miur

"In questo quadro è opportuno che il Ministero dell’Istruzione provveda ad avviare controlli rigidi sui tetti di spesa previsti per i libri, per evitare che vengano superati, e ad intraprendere interventi mirati ad incentivare l’editoria elettronica. Auspichiamo – afferma Emilio Viafora, presidente di Federconsumatori – , inoltre, che vengano correttamente pubblicati online gli aggiornamenti per le nuove edizioni dei testi (in modo che chi acquista una vecchia edizione possa comunque utilizzarla grazie agli aggiornamenti) e ad ampliare i prestiti da parte di scuole e biblioteche comunali”.
Skuola | TV
Il tradimento? Ecco come scoprirlo!

Assieme ai nostri psicosessuologi cercheremo di esplorare questo fenomeno così complesso e capire cosa spinge alcune persona a tradire. Non perdere la puntata!

14 novembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta