Vuoi creare un'app? Impara il coding a scuola

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

arriva il coding a scuola, si impara a programmare

Le proposte del piano di riforma La Buona Scuola cominciano a diventare concrete. Ricordate, tra i vari punti, quello che riguarda l'introduzione della programmazione informatica nell'orario scolastico? Oggi il Miur comunica che "L'Ora del Codice", un'ora di avviamento al coding, sarà possibile già per quest'anno scolastico. I corsi sono rivolti particolarmente alle primarie, ma sono aperti a tutti. Le scuole che vorranno approfondire, poi, potranno farlo grazie al Corso introduttivo che prevede altre 10 lezioni da effettuare durante l'anno scolastico.

PROGRAMMA IL FUTURO - Per sapere di più su progetto, basterà collegarsi al sito programmailfuturo.it. L'iniziativa, frutto della collaborazione fra Miur e Cini (il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica), parte dalla piattaforma Code.org ed è rivolta in particolare agli alunni della primaria, ma tutti possono accedere per muovere in modo divertente e semplice i primi passi nel mondo del coding.

CODE.ORG, COS'E'?- Nella presentazione del piano di riforme La Buona Scuola si legge che "a partire dall'autunno, dopo Stati Uniti e Inghilterra, lanceremo in Italia l'iniziativa Code.org aggregando associazioni, università e imprese in una grande mobilitazione per portare l'esperienza nel maggior numero di scuole possibili". Ma cos'è Code.org? Si tratta di una piattaforma internazionale che, tramite tutorial e corsi online di facile comprensione, spesso divertenti e ludici, insegna a muovere i primi passi nel mondo della programmazione con "L' Ora del Codice". Una modalità di partecipazione più avanzata, un corso introduttivo, garantirà ulteriori dieci lezioni che potranno essere svolte nel corso dell’anno scolastico. In tutti e due i casi le lezioni si possono fruire sia on line che off line. I corsi della piattaforma sono di diverso genere. Per chi vuole spingersi oltre, tra i corsi in inglese ce n'è anche uno che spiega come creare una app!

COME PARTECIPARE - Per partecipare all’iniziativa, ogni scuola dovrà scegliere un docente che avrà il compito di coinvolgere tutti i colleghi interessati. Questo insegnante dovrà iscriversi sul sito www.programmailfuturo.it, assicurare che la partecipazione al progetto venga ben inserita nel piano delle attività didattiche della scuola e segnalare le classi interessate a partecipare. Gli studenti che sono interessati al progetto potranno comunque, come spiega il sito Programmailfuturo.it, iscriversi a prescindere dalla propria scuola secondo le modalità descritte.

ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA - Il piano La Buona Scuola non si ferma qui per quanto riguarda la cosiddetta "alfabetizzazione informatica". Infatti, promette nei prossimi anni di promuovere l'informatica per ogni indirizzo scolastico, e propone altre iniziative per Digital Makers. In futuro, come si legge nella presentazione, "ogni studente avrà l’opportunità di vivere un’esperienza di creatività e di acquisire consapevolezza digitale, anche attraverso l’educazione all’uso positivo e critico dei social media e degli altri strumenti della rete. E imparando ad utilizzare i dati aperti per raccontare una storia o creare un’inchiesta, oppure imparando a gestire al meglio le dimensioni della riservatezza e della sicurezza in rete, o ancora praticando tecniche di stampa 3D".

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta