Alternanza scuola lavoro: le esperienze top e flop degli studenti

manliogrossi
Di manliogrossi

Alternanza scuola lavoro, scopri le esperienze top e flop dei ragazzi!

C’è chi la elogia, sottolineandone l’utilità e il grosso impatto che ha sulla crescita personale degli studenti, e chi invece la critica, non considerandola formativa. Stiamo parlando dell’alternanza scuola lavoro, che dal prossimo anno entrerà a regime coinvolgendo circa un milione e mezzo di studenti in tutta Italia. Per capire meglio come funzione, Piera Ceci, giornalista di Radio 24 ha raccolto diverse testimonianze, diverse fra loro, per fare un punto sull’alternanza. Ecco cosa ha scoperto.

Quando l’alternanza porta lontano

“È stato divertente ma anche faticoso”. Così Luca Nadalutti, studente dell’Isis Malignani di Udine, ai microfoni di Radio 24, definisce la sua esperienza di scuola lavoro e ciò che ne è conseguito. Si perché assieme ai suoi compagni ha creato un’impresa, all’interno dell’alternanza, ideando un prodotto che li ha portati alla vittoria del premio Miglior Impresa in azione Junior Achievement 2017. I ragazzi sono letteralmente elettrizzati perché in procinto di partire per Bruxelles dove presenteranno la loro idea a livello internazionale. Per questi studenti – imprenditori, è il cado di chiamarli così, del Malignani di Udine quindi, l’alternanza scuola lavoro ha rappresentato davvero un’esperienza significativa e formativa sotto tutti i punti di vista.

L’altro risvolto della medaglia

Purtroppo l’entusiasmo e la gioia, evidenti nelle parole di Luca non accomunano tutti gli studenti alle prese con l’alternanza scuola lavoro. Piera Ceci è infatti riuscita a raccogliere la testimonianza di una studentessa che, dietro anonimato, spiega come la sua esperienza non sia stata positiva. “Strano, mi sono ritrovata a fare volantinaggio per 9-12 ore, con una pausa di 30 minuti da usare per mangiare e andare in bagno”. Una testimonianza, quella trasmessa da Radio 24, che dà l’idea dell’altra faccia della medaglia, un’alternanza che, se mal gestita, risulta “non formativa – come continua la studentessa che frequenta un alberghiero, indirizzo cucina – anche perché non ha seguito il mio percorso di studi”. Esperienze come queste vanno certamente arginate, in modo che l’alternanza sia per tutti un valore per i ragazzi.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta