Ominide 601 punti

La terra

La terra, chiamata anche suolo, rappresenta lo strato più superficiale della crosta terrestre. È una parte molto importante del pianeta su cui viviamo. Infatti i vegetali nascono, crescono e si sviluppano proprio sul suolo, come: talpe, lombrichi e altri insetti, che scavano gallerie e rimescolano il terreno favorendo la circolazione dell’aria e dell’acqua. Anche per l’uomo il suolo serve per alcuni bisogni primari: ci vive, costruisce strade e case, lo sfrutta per l’agricoltura e l’allevamento. Il suolo è formato da diversi strati:

-Strato superficiale: Si trova più vicino alla superficie. Prima c’è la lettiera, uno strato pieno di foglie. Ha un colore molto scuro ed è formato da sostanze organiche, dove una parte si chiama humus, e inorganiche. Penetrano sia l’acqua che l’aria;

-Strato intermedio: È compatto e possiede meno aria;

-Sottosuolo: Si trova in profondità e viene chiamata anche roccia madre. Si appoggiano tutti i terreni, compresi i fondali marini.

La terra, a seconda degli elementi che la compongono può essere:

-Permeabile, cioè che si lascia attraversare con facilità dall’acqua e sono poco fertili, infatti l’acqua trascinale sostanze nutritive in profondità e le piante non possono assorbirle.

-Impermeabile, cioè che non lascia passare l’acqua, come il terreno argilloso: è molto fertile perché l’argilla trattiene l’acqua e i sali minerali in essa disciolti.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email