Reni, filtri del sangue

I reni sono due organi ghiandolari posti nella cavità addominale, uno a destra e l’altro a sinistra della colonna vertebrale, in corrispondenza del primo paio di vertebre lombari. Hanno colore bruno-rossastro e rassomigliano a grossi fagioli con la parte mediana rientrante (= ilo).
Ogni rene è grande come un pugno, pesa circa 150 grammi, ed è sormontato da una specie di cappuccio giallastro, la capsula surrenale, che è una importante ghiandola endocrina. Nel rene penetra l’arteria renale ed escono da esso la vena renale e l’uretere, che è il condotto dell’orina.
I due reni contengono circa un milione di piccole unità di filtrazione che prendono il nome di nefroni. Questi, visti al microscopio, hanno l’aspetto di un serpentello dalla testa grossa e sferica (= glomerulo del Malpighi) e dal corpo sottile, lungo, aggrovigliato (= tubulo urinifero).
I glomeruli del Malpighi sono dei gomitoletti formati dall’intreccio dei capillari dell’arteria renale. Svolgono un’azione molto importante perché è proprio in essi che avviene la filtrazione del sangue. Ogni ora filtrano due volte tutto il nostro sangue (che consta di 4-5 litri) ed eliminano l’orina, sostanza tossica per l’organismo, costituita in gran parte da acqua, in cui sono disciolti dei sali e dell’urea.

L’orina, dopo aver percorso i tubuli uriniferi, si raccoglie nel bacinetto renale, spazio libero presso l’ilo del rene; quindi per mezzo di un tubicino (l’uretere) scende in un serbatoio a pareti elastiche posto in fondo alla cavità addominale e chiamato vescica urinaria, da cui poi viene espulsa attraverso l’uretra.
La quantità normale di orina emessa nelle 24 ore è di oltre un litro. L’orina di una persona sana è limpida e ha colore giallo-paglierino.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email