Ominide 8039 punti

La propulsione a razzo
E' noto che nell'alta atmosfera l'aria è molto rarefatta e anche l'ossigeno non è quasi più presente; oltre l'atmosfera, vi è soltanto il vuoto. Puoi quindi facilmente intuire che lassù i motori degli aerei ad elica e dei turbogetti non possono funzionare perchè, in mancanza di ossigeno, il combustibile non brucia. L'unico motore idoneo alla propulsione anche nell'alta atmosfera e negli spazi interplanetari è il motore a razzo.
Il motore a razzo o tubo termico ha un funzionamento simile a quello del turbogetto perchè anche in esso la propulsione viene ottenuta per reazione in seguito all'espulsione di masse gassose in verso contrario al movimento del veicolo. A differenza però del turbogetto che porta a bordo soltanto il combustibile, il motore a razzo deve portare a bordo anche la scorta di ossidante.
Esistono diversi tipi di razzo: razzo chimico, razzo nucleare, razzo a radiazione. Il razzo chimico ha un motore che viene azionato da due propellenti liquidi: idrogeno e ossigeno. I due propellenti sono contenuti in due serbatoi distinti e, spinti da una pompa, vengono in contatto solamente nella camera di combustione. La temperatura nella camere di combustione di un razzo si aggira sui 3000 gradi ed è quindi molto più elevata di quella del turbogetto, perchè l'aria usata dal jet contiene appena il 21% di ossigeno, mentre il razzo fa uso di ossigeno puro. E' ovvio che con i razzi si raggiungono velocità assai più elevate che non con i turbogetti. Il motore a razzo trova largo impiego nella propulsione dei missili, veicoli che vengono lanciati nell'atmosfera per portare in volo o in orbita un carico di strumenti scientifici, navicelle spaziali, satelliti artificiali. La configurazione fusiforme dei missili viene realizzata per vincere più facilmente la resistenza dell'aria e ottenere una buona penetrazione nell'atmosfera. In linea schematica, un missile consta di tre complessi fondamentali:

-Il sistema propulsivo, costituito dai razzi a propellente solido o liquido;
- La struttura esterna, che contiene e collega i diversi elementi del missile;
-Il sistema di guida e di controllo, cioè il complesso strumentale che ha il compito di mantenere il missile nella traiettorie prestabilita.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email