Ominide 8039 punti

Il metano

Il metano (CH4) è un gas combustibile naturale che nell'ultimo quarantennio ha acquistato grande importanza nell'industria italiana. La formula ti dice che questo composto organico è costituito da carbonio e da ossigeno.
Fu chiamato da A. Volta <gas delle paludi> perchè appare sulla superficie delle paludi sotto forma di bolle gassose. Di solito il metano è presente nei giacimenti petroliferi come idrocarburo gassoso. Talvolta però, per esempio in Val Padana, vi sono giacimenti costituiti da solo metano.
I metodi di estrazione del metano sono analoghi a quelli usati per il petrolio. Dai pozzi, per mezzo di metanodotti, viene poi inviato agli stabilimenti industriali.
Questo gas, inodore e incolore, è un ottimo combustibile perchè presenta notevoli vantaggi economici e tecnici rispetto ai comuni combustibili perchè presenta notevoli vantaggi economici e tecnici rispetto ai comuni combustibili solidi: minor costo, facile trasportabilità, elevato potere calorifero, facile accensione e assenza di residui a fine combustione (quindi non inquinante).

Svariate sono le applicazioni industriali; all'arco elettrico dà etilene e acetilene, importanti sostanze di partenza per numerose sintesi organiche; inoltre dal metano si può ottenere l'idrogeno.
La produzione italiana di metano si aggira sui 16 miliardi di metri cubi all'anno. Per soddisfare però il fabbisogno nazionale, l'Italia ne importa quantità ancor più rilevanti dall'Olanda e dalla Russia, mediante due grandiosi gasdotti inaugurati nel 1974.
In questo testo molto dettagliato si parla del metano. Vi è una descrizione molto ampia su questo argomento e vi è un riferimento all’Italia.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email