Ominide 8039 punti

Coniglio- gli arti

Gli arti del coniglio hanno il piede con dita che sono armate di unghie robuste. Quando è allevato all'aperto, il coniglio domestico si comporta come il coniglio selvatico e con i suoi unghioni scava profonde gallerie nel terreno e in esse si rifugia allorchè avverte qualche pericolo.
Questo animale è chiamato coniglio (dal latino cuniculus, che significa strada sotterranea) proprio perchè scava tane nel suolo.
E non deve farti meraviglia che esso riesca a penetrare in cunicoli stretti e complicati. Se infatti afferri un coniglio per la pelle del dorso o per le zampe posteriori e lo alzi, ti accorgi che ha la colona vertebrale assai flessibile, che consente perciò all'animale di distendere al massimo il suo corpo, incurvandolo a piacimento.
Osserva come fa il coniglio a camminare e a correre e nota che, a differenza degli altri animali, procede mediante salti. Per spiegare questa abitudine del coniglio, basta esaminare la conformazione degli arti posteriori i quali, oltre ad essere più muscolosi e più sviluppati di quelli anteriori, sono piegati a Z, sempre pronti allo scatto per la fuga.

La fuga, del resto, è l'unico mezzo che il coniglio, la lepre e gli altri roditori hanno per tentare di mettersi in salvo dai loro nemici naturali, cioè dagli animali da preda.
Ed è curioso il particolare che, per far perdere più facilmente le sue tracce agli inseguitori, il coniglio fugge a zig-zag, ossia cambiando continuamente direzione.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità