Ritorno a scuola: gli strumenti che ti servono per avere buoni voti quest’anno

Casio
In collaborazione con Casio

Un nuovo anno scolastico è iniziato ed è importante iniziare senza intoppi. Ma sei sicuro di avere tutti gli strumenti necessari per affrontarlo al meglio? Per ottenere buoni voti, oltre alle ore di studio e la voglia di imparare, possono tornare utili alcuni oggetti fatti apposta per semplificare la vita degli studenti. Skuola.net te ne propone alcuni di cui non potrai più fare a meno.

5. Dizionario dei sinonimi e dei contrari

Quante volte, scrivendo un tema o un compito, ti sei reso conto di usare le stesse parole per esprimere concetti simili? Purtroppo, il voto finale ne risente. Ecco perché è utile avere con sé un vocabolario di sinonimi e contrari! Puoi usarlo anche quando una parola non suona bene all’interno di una frase e ne vuoi usare un’altra con lo stesso significato. Per non parlare delle situazioni in cui non ricordi il contrario di un sostantivo o aggettivo. Un alleato efficace per far volare la media in Italiano.

4. Dizionario dei paradigmi per i verbi irregolari

Per chi studia le lingue, che si tratti di Inglese, Tedesco, Francese o anche il Greco e il Latino, sa bene quanto possa tornare utile conoscere il paradigma e/o la coniugazione di un verbo, soprattutto quando quest’ultimo è irregolare. Nella traduzione di un testo, spesso ci si può imbattere in forme verbali di cui non si capisce la provenienza. Avere quindi a disposizione un libricino in cui si trovano questi magici elenchi “salva-studenti-in-difficoltà” può farti evitare di commettere gravi errori e farti prendere bei voti. Il consiglio è, una volta trovato il “verbo incriminato”, di impararlo per bene in modo da non farsi trovare impreparati la volta successiva.

3. App

Molte volte, soprattutto i ragazzi, considerano smartphone e tablet come strumenti quasi solo per chattare con gli amici e svagarsi. Quando, invece, possono diventare risorse utilissime anche per la scuola. “C’è un’App per tutto”, recitava lo slogan di un big della tecnologia. Ed è vero, perché si possono trovare tantissime applicazioni per migliorare la produttività pure negli studi. I nomi da fare sarebbero troppi. Ci sono quelle che consentono di organizzare il lavoro tra i banchi. Appunti, promemoria, note audio, video, immagini: tutto a portata di touch. Oppure quelle che permettono di fare calcoli complicatissimi in pochi secondi. Così come quelle che tolgono qualsiasi dubbio quando stai ripassando italiano, storia o filosofia. Basta cercare nello store del telefono.

2. Smartphone e Tablet

Ma i dispositivi mobile possono spalancare un mondo di opportunità. In ogni momento della giornata possono essere sfruttati per aiutarsi con lezioni, compiti e interrogazioni. La mattina, ad esempio, anziché ascoltare la musica si può scaricare un podcast con la spiegazione dell’argomento che chiederanno i prof. Per chi prende mezzi pubblici, invece, il tragitto da casa a scuola (o viceversa) può essere l’occasione giusta per leggere un e-book dell’autore che si sta affrontando in classe o un riassunto della sua poetica, scaricandoli dal web. E poi c’è lui: Internet, il luogo del sapere universale, dove trovare ogni informazione utile per affrontare la giornata con meno ansie; milioni di siti pronti a correre in aiuto dei ragazzi per fugare i dubbi dell’ultimo secondo.

1. Calcolatrice grafica

Sul banco di uno studente, specialmente di una scuola ad indirizzo tecnico/scientifico, non può infine mancare la calcolatrice grafica di CASIO FX-CG50, grazie alla quale è possibile svolgere equazioni di grado fino al sesto, sistemi di equazioni fino a sei incognite, calcoli matriciali, operazioni con numeri complessi, calcoli finanziari, calcoli statistici, oltre ad acquisire immagini ed effettuare analisi qualitative e quantitative. Imparare ad utilizzare la calcolatrice grafica è importante soprattutto perché, a partire dalla Maturità 2017, il Ministero dell’Istruzione ha autorizzato l’uso di questo strumento agli esami. Imparare ad usarlo non può che semplificare la vita ai maturandi, che finalmente potranno dedicarsi al ragionamento anziché dilungarsi in calcoli. Senza contare che, grazie alla calcolatrice grafica, avrai una marcia in più per l’intero percorso scolastico: addio insufficienze in Matematica!
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze