Ominide 12 punti

La psiche come anima


Riflessione filosofica sull'anima
    Aristotele-->filosofo greco--> principio delle funzioni vitali
    Cartesio-->filosofo francese--> anima come attributo esclusivo dell'umano

    Le origini filosofiche


    A partire dall'antichità i filosofi hanno utilizzato ricerche di tipo razionale per scoprire le caratteristiche dell'anima. Le posizioni adottate sono state spesso contraddittorie:
    •Aristotele (4° sec a.C) considerava l'anima e il corpo due realtà strettamente collegate
    •Caetesio considerava il corpo e l'anima due realtà distinte che interagiscono tramite la ghiandola pineale.

    il filosofo Jhon Locke pubblica nel 1690 il "saggio sull'intelleto umano" in cui presenta la costruzione della mente sulla base dell'esperienza sensibile---> sensoriale.
    I contenuti della mente sono costituiti da concetti di va ti livelli di generalità (dal concreto all'astratto).
    Locke aveva effettuato delle osservazioni sui bambini illustrando l'importanza dei meccanismi di sviluppo e delle patologie sul funzionamento della mente.

    Fisiologia: svienza che studia le funzioni degli organismi viventi (organi interni).
    Nell'antichità venivano sopravvalutare le funzioni del cuore, considerato centro della personalità: cardiocentrismo (centralità del cuore).

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email