Ominide 4865 punti

La fase del relativismo morale, tipica del periodo operatorio, è caratterizzata dall’affermazione dell’autonomia morale, basata sulla comprensione delle regole e sull’adesione critica a queste ultime.
Quindi, i bambini non rispettano le regole a causa di un'imposizione autoritaria ma perché effettivamente ne comprendono l'utilità e l'importanza anche sociale.
I bambini raggiungono questa concezione gradualmente grazie al gioco con i pari e, in particolare, grazie alla cooperazione; al venir meno dell’imposizione autoritaria dell’adulto e alla crescita cognitiva (che è il presupposto fondamentale).
Infatti, in questa fase, viene considerata l’intenzionalità e la situazione per formulare giudizi morali: la regola non è applicata acriticamente.
L’autonomia morale è caratterizzata dai concetti di: responsabilità soggettiva, in base alla quale l’intenzionalità è più importante della gravità del danno nella formulazione di giudizi morali; giustizia distributiva, basata su principi di uguaglianza e reciprocità al di sopra delle regole; sanzione per reciprocità, secondo la quale la punizione non deve essere fine a se stessa bensì congruente alla trasgressione e prefiggersi uno scopo.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email