Ominide 4863 punti

La memoria episodica e memoria semantica

Sulin e Dooling proponevano un brano in due condizioni sperimentali Hitler vs Martin. Nella condizione Hitler ricordavano a lungo termine qualcosa che non avevano letto. Da ciò si evince che la memoria semantica influenza la memoria episodica a lungo termine: la memoria episodica decade e la funzione integratrice del ricordo viene influenzata dalla memoria semantica.
In questo esperimento, la distorsione o influenza ricostruttiva avviene nel recupero ma non durante la codifica perché il ricordo episodico deve essere poco attivo.
La memoria semantica influisce anche sul ricordo di sillabe e liste di parole. Per le sillabe vale soprattutto se sono associate a qualcosa che ha significato.
Per le liste di parole avviene quando le parole sono fortemente associate tra di loro: si ricordano meglio le liste di parole che presentano parole organizzate semanticamente o associate rispetto a quelle dissociate.

Si nota un fenomeno di raggruppamento durante il recupero: vengono riportate insieme le parole che sono associate.
L’integrazione è un potente antidoto contro l’oblio: attraverso la costruzione di legami semantici diventa più difficile dimenticare gli stimoli.
Predicibilità o ridondanza del testo: più le parole e il testo è predicibile più è facile da leggere e da ricordare. Tecnica di Cloze consiste nel cancellare una parola ogni 5 e chiedere di riempirla. Nei testi che hanno maggiore ridondanza è più facile riempire i vuoti.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email