Gestalt: la psicologia


Gestalt dal tedesco forma, nasce agni inizi del novecento, si basa su tre ricercatori: Wertheimer, Kohler e Kaffka. Il termine "qualità-gestalt" indica la qualità del tutto. Viene utilizzato il metodo fenomenologico (tramite l'esperienza) segue il modello dinamico (in movimento). Si è paragonata la gestalt al concetto di "campo di energie" studiato in fisica, caratterizzato da forze diverse che hanno tendenza a mantenere uno stato di equilibrio.
Dalle ricerche effettuate sul fenomeno della percezione visiva vengono formulate sei leggi:
-legge della vicinanza: elementi vicini;
-legge della somiglianza: oggetti/elementi simili;
-legge della chiusura: si completano le parti mancanti;
-legge della continuità: di direzione;
-legge di pregnanza: figure simmetriche e regolari;
-legge dell'esperienza passata.
Ipotesi dell'isomorfismo (cinque sensi) occhio e cervello uniti tra loro :
L'occhio percepisce le spie luminose ed il cervello la convoglia in immagine.
L'apprendimento per insight (intuizione) esperimenti condotti da Kohler sull'intelligenza degli scimpanzé, che con un bastone riuscì ad avvicinare il cibo a se.
Due tipi di pensiero
-Riproduttivo: ripetizione di procedimenti
-Produttivo: ad intuizione.
Lewin studia la personalità e la psicologia sociale e divide lo spazio di vita in 2 punti: topologico (luogo-spazio) dinamico (personalità che muta).
Lo spazio di vita è diviso in regioni separate da frontiere. Il bambino ha una spazio di vita più piccolo dell'adulto poiché ha meno interessi, quando si passa da uno spazio all'altro si dice locomozione (spostamento psicologico).
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email