Ominide 1796 punti

Gestalt


In contemporanea al comportamentismo nasce in Europa un'altra corrente, scuola della Gestalt, parola tedesca che significa forma organizzata. Studia i processi di percezione. L'obbiettivo è di capire quelli che sono i fenomeni che caratterizzano la nostra esperienza cosciente del mondo ma in termini globali. Principi che fanno sì che l'esperienza si verifichi in quel modo, si usano i resoconti soggettivi, chiedere cosa vedono.
Idea nella Gestalt è che tutto quello che vedo è più della somma delle singole parti, gli elementi si uniscono insieme e quello che percepiscono è il risultato di questa composizione. Due ambiti di ricerca principale, da una parte la percezione e il fatto che se analizzo esperienza dei soggetti mi rendo conto che non esiste correlazione diretta tra percezione e realtà fisica cioè quello che noi percepiamo non è fotocopia esatta di quello che c'è fuori e noi non usiamo gli elementi distinti ma vediamo il risultato di questa organizzazione. Organizzazione è determinata da una serie di leggi:
Discrepanza tra realtà fisica e percezione. Non percepiscono i singoli elementi ma il tutto. Secondo psicologi della Gestalt vi sono delle leggi del raggruppamento. Gestalt si occupa anche del pensiero, il più importante è Kohler, concetto di apprendimento per intuizione, sono in grado a partire dalla
situazione di staccarmi da un modo di vedere quella situazione è arrivare alla soluzione. Elementi che sono presenti vengono reinterpretati e capiscono che lo stesso elemento può svolgere una funzione diversa.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email