Ominide 149 punti

L'attenzione è la capacità di selezionare e focalizzare gli stimoli percepiti. Essere attenti significa stare focalizzati su uno stimolo.
Essere concentrati mentre si impara è fondamentale, poichè attiva i nostri processi di memorizzazione, che consistono nel mettere in relazione ciò che già possiedo con ciò che sta entrando. Mettere in moto questi processi prevede un comportamento attivo, mentre distogliendo la concentrazione si impedisce l'apprendimento completo di cio' che ascoltiamo passivamente, quindi si dice comportamento passivo.
Possiamo paragonare l'attività cerebrale dell'entrata e l'uscita delle informazioni ad un computer. Ci sono due opzioni che corrispondono metaforicamente alle nostre attività cerebrali che sono; "imput" e "output".
Fenomeno del cocktail party-Cherry(1914-1979):
Dimostra che l'attenzione funziona come un filtro selettivo di tutti i diversi stimoli che sono presenti nell'ambiente.

L'attenzione (energia attentiva) si collega a quattro diverse funzioni;
1-Percezione (organi di senso)
2-Memoria (vecchia informazione si aggancia a quella nuova)
3-Motivazione (attira il nostro interesse)
4-Fattori interni (stato interiore, condiziona il livello di attenzione in base allo stato d'animo).
Attenzione volontaria: cioè decido di stare attenta.
Attenzione involontaria: cioè provocata da uno stimolo esterno.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email