Sapiens Sapiens 13859 punti

XVIII secolo – Filantropismo pedagogia di J.B. Basedow


Basedow è il massimo rappresentante del filantropismo tedesco, un movimento pedagogico che interessa la Germania nel XVIII secolo.
Lo scopo del Filantropismo era di realizzare la massima felicità di tutti gli uomini tramite l’educazione. Capisaldi della riforma scolastica sostenuta da Basedow sono:
1) Creazione di grandi scuole popolari, tali da realizzare la vera formazione del cittadino
2) Creazione della scuola borghese, che comprende l’insegnamento del latino, del francese, della matematica, della fisica sperimentale, della musica, del disegno e della danza
3) Creazione di un ginnasio, come corso propedeutico all’università
Il principio dell’istruzione auspicata da Basedow si base sul concetto del non insegnare molto e insegnare in modo piacevole e soprattutto in funzione della praticità. Per esempio, le lingue devono essere insegnate in funzione strumentale di determinate materie: latino per la filosofia e la storia, francese per la morale, la politica e la religione.
Nel 1774, su incarico del principe di Anhalt, egli fondò a Dassau un istituto a cui fu dato il nome di Filantropinum: si trattava di un’applicazione pratica della pedagogia di Basedow e alla scuola erano ammessi a studiare gratuitamente anche giovani di famiglia povere. Essa era caratterizzata da molte attività, da tanti giochi, da un metodo di insegnamento piacevole, ma anche da l’uso punizioni corporali e da orari molto meticolosi. L’influenza di Locke e di Rousseau sono evidenti: il pensiero di Locke si riscontra negli esercizi di indurimento, come il digiuno, nell’importanza dell’emulazione con distinzioni e gare, mentre la presenza di Rousseau è presente nel generale ottimismo pedagogico.
Purtroppo Basedow aveva scarse capacità organizzative per cui presto dovette abbandonare la direzione dell’Istituto che tre anni dopo la sua morte chiuse i battenti.
La sua opera fu continuata da un seguage, Christian Gotthilf Salzmann che fondò un altro Filantropinum a Schepfenthal. In questo istituto, tutto era più semplice e naturale: di dava un grande spazio alle lingue straniere – francese, inglese e italiano – ed erano aboliti aspetti mnemonici e libreschi dell’insegnamento.
Basedow ed i suoi seguaci sostenevano la causa di un’ educazione di Stato, anche se facevano sempre appello all’iniziativa dei filantropi. La sue influenza ebbe una parte notevole nello spingere Federico Guglielmo II di Prussia a statalizzare il sistema scolastico prussiani. Infatti, nel 1787, egli promulgò un Codice scolastico che toglieva ai religiosi il controllo delle scuole per affidarle ad un Ministero dell’educazione; il Ministero aveva a propria disposizione uffici ed ispettori, per amministrare e controllare le scuole elementari e secondarie di tutto lo Stato. Fu anche istituito un esame di Stato finale, necessario per essere ammesso all’Università. Molti stati tedeschi imitarono l’esempio prussiano creando così delle scuole meglio organizzate di ogni altro paese.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email