Erectus 2101 punti

Dopo aver condannato il modello didattico tradizionale, Comenio propose il passaggio dall’enciclopedismo ( che generava confusione ) ad un modello didattico “naturale” , basato sull’esperienza e correlato ai processi di apprendimento spontaneo dell’alunno. Il metodo proposto da Comenio si può ricondurre a tre principi fondamentali: Gradualità, ciclicità e globalità, volti alla creazione di una programmazione dettagliata dell’intero percorso scolastico. Per quanto riguarda la gradualità e le ciclicità dell’attività scolastica, Comenio afferma l’importanza d un’istruzione universale, posta in modo tale che lo sviluppo dei vari argomenti appaia agli studenti come un approfondimento dettagliato degli argomenti già trattati. Ribadisce che qualsiasi lingua, scienza o arte debbano essere insegnate attraverso concetti semplici e basilari, di modo che colui che apprende , prima di entrare nel “vivo “ della materia di studio , abbia un’idea generale dello studio che si accinge a compiere. I tre aspetti della formazione proposta da Comenio sono Correlati alla programmazione, essa ha la funzione specifica di facilitare l’apprendimento del singolo alunno, rendendo efficace per tutti l’insegnamento scolastico. Nella “Didactica magna” lo stesso protagonista indica il bisogno reale di un piano di studi nel quale siano ben definiti i fini, i mezzi, l’ordine dei mezzi e degli stessi studi. Cda qui un’ulteriore divisione della programmazione:

- Divisione accurata delle materie ed uguale per tutte le classi, disponendo le varie materie in modo tale che le prime siano propedeutiche alle successive; Tempi distribuiti in maniera corretta e capillare, facendo corrispondere a un dato momento un’attività precisa.
- Rispettare le tempistiche e gli ordini prestabiliti per non dimenticare o invertire l’ordine di nulla.

Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email