Produzione letteraria post 1861

Verismo: versione italiana del Naturalismo francese, entrambe le correnti traggono ispirazione dal Positivismo.

Positivismo: si divide principalmente in due gruppi:
P. Sociale, esiste solo una realtà oggettiva, fenomenica, mentale, che si percepisce attraverso i sensi; i fenomeni sono collegati tra loro da un rapporto causa-effetto; quindi la scienza porta al progresso; fiducia negli uomini di potere.
P. Evoluzionistico, la specie si evolve nel tempo in modo infinito; selezione naturale. A livello ideologico/politico tale pensiero giustificava la prevaricazione dei potenti sui popoli più deboli.

Naturalismo: Zola
Rigido determinismo causa-effetto per studiare la sfera emotiva/passionale dell'uomo.

Verismo italiano: Giovanni Verga
Scrive una serie di testi dove si trovano le caratteristiche della poetica del Verismo: i fatti vengono narrati oggettivi, si utilizza il punto di vista dei personaggi di cui si parla, principio causa-effetto, massima obbiettività nel raccontare i fatti, “l'opera sembra essersi fatta da se”.

Decadentismo: crisi del positivismo dagli anni '80 in poi
E' un movimento culturale che mette in primo piano gli aspetti irrazionali dell'uomo in un periodo di “crisi, decadenza dei grandi valori/principi”. La patria era contro il nazionalismo imperialista, concetto di religione/successo/fama, meroficazione dell'arte.

Estetismo: Oscar Wilde
Al primo posto c'è la bellezza, ad ogni costo. Wilde era un dandy (persona bizzarra, eccentrica, che amava vestire in modo elegante e ricercato, molto particolare), aveva delle belle maniere. Ama provocare e si sposa, poi scopre la sua omosessualità, lascia la famiglia e va a vivere con un giovane, il quale padre lo denuncia. Viene arrestato e messo ai lavori forzati, poi venne lasciato libero ma povero. Muore in miseria, era un uomo talentuoso, eclettico, un artista di qualità.

“Il ritratto di Dorian Gray”
Wotton è un dandy e cerca di smascherare Dorian filosofando sulla bellezza e sulla vita. Secondo lui dobbiamo vivere al massimo, senza farci sfuggire nulla, tutto secondo il proprio istinto. Dorian è affascinato ma rimane turbato e dice di voler rimanere per conto proprio.

Le frasi utilizzate da Wotton sono paragoni fra lui e i contadini, il paragone fra un fiore e la sua giovinezza, che svanirà presto la bellezza e deve usarla.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email