Ominide 643 punti

La trattistica patriottica


Fu un genere molto diffuso negli anni del Risorgimento italiano tra i suoi rappresentanti ricordiamo Giovanni Berchet: (1793-1851), milanese, collaboratore del "Conciliatore", per molti anni in esilio a Londra e in Belgio. Tra le sue opere si ricordano "I profughi di Parg le "Romanze "Fantasie".

Merita una particolare menzione la suggestiva rievocazione dell'episodio del giuramento di Pontida per la fierezza delle parole pronunciate contro lo straniero oppressore Luigi Mercantini: autore dell' "Inno di Garibaldi" e de "La spigolatrice di Sapri".

Poesia ispirata dalla sfortunata spedizione di Carlo Pisacane del 1857 Goffredo Mameli: che cadde nella difesa della Repubblica romana nel 1849 e scrisse Fratelli d'Italia" che, musicato, è poi diventato l'inno nazionale italiano.

Alessandro Poerio: un esule napoletano che partecipò alla difesa della Repubblica venezia a nel 1848-49 e scrisse "I poeti venturi”. Il 7 luglio 1848 Poerio prese parte all’attacco contro il forte di Cavanelle d’Adige occupato dagli austriaci e il 27 ottobre fu tra i soldati che combatterono nella battaglia di Mestre. Rimasto gravemente ferito, subì l’amputazione della gamba destra; insignito del grado di capitano, fu trasportato a Venezia, ospite dalla contessa milanese Rachele Londonio Soranzo.

Proprio a causa delle ferite riportate, morì a Venezia il 3 novembre 1848.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017