Tutor 40795 punti

saggio breve di italiano sul romanticismo

Il movimento culturale del romanticismo


Il sostantivo italiano “romanticismo”, impiegato per designare il movimento letterario, musicale e artistico nato nell’Ottocento, deriva dal tedesco. Inizialmente veniva usato per separare quel tipo di poesia inquieta, angosciosa, tipica dei moderni, da quella armoniosa e composta della cultura greco-latina. Dalla Germania il Romanticismo si diffuse nei primi vent’anni dell’Ottocento in Inghilterra, in Francia e successivamente in Italia.
In Italia allo sviluppo del movimento romantico contribuì l’articolo di Madame de Staël (Sulla maniera e l’utilità delle traduzioni, 1815), in cui si consigliava di aderire alle correnti più vive della letteratura europea. Alcuni intellettuali dell’epoca accolsero con fervore le tesi dell’articolo e attraverso i giornali iniziarono a diffondere le nuove idee letterarie e così facendo, stimolarono il progresso culturale e civile italiano. Quindi emerse l’esigenza di una letteratura più moderna che doveva incentrarsi sul “vero”, utilizzando una lingua semplice e comprensibile dai ceti medi. Questo portò a diverse ostilità, soprattutto in campo politico, con i dominatori austriaci poiché i romantici erano patrioti e credevano nell’indipendenza italiana; e in campo letterario con i “classicisti”che sostenevano un tipo di letteratura legata alla tradizione greco-latina e al modello linguistico trecentesco.

Le caratteristiche generali del Romanticismo


1)La scoperta e l’attenzione assoluta verso l’Io, ossia verso l’interiorità e l’individualità più intima dell’uomo che doveva esprimersi attraverso un abbandono spontaneo all’istinto e all’ispirazione.
2) La rivalutazione della fantasia, delle passioni e del sentimento umano attraverso aspetti esasperatamente irrazionali, fantastici e mistici. Infatti per i romantici gli uomini si distinguevano tra loro per la differente espressione delle proprie passioni.
3) L’esaltazione dei concetti di patria e nazione, che erano visti come un insieme di persone, ovvero un popolo, che condivideva lingua, religione e valori comuni. Ne derivò una rivalutazione della Storia, considerata come patrimonio delle tradizioni dei diversi popoli.
4) La nascita di un’arte popolare, collegata alla storia e interessata alla realtà concreta della vita umana.
5)La rivalutazione della religione, dell’esoterismo e della spiritualità considerati manifestazioni del sentimento religioso del singolo individuo e anelli di coesione culturale tra i popoli europei.

Il Romanticismo in Italia si differenziò da quello europeo poiché i suoi esponenti, non presentavano atteggiamenti di delusione, insofferenza o rivolta verso la società,tipici degli scrittori europei. Quindi nelle loro opere non erano presenti elementi assurdi, sovrannaturali o legati al satanismo che negli altri Stati erano la rappresentazione del conflitto tra l’intellettuale e il contesto sociale. Al contrario il Romanticismo italiano del primo Ottocento si concentrò sull’aderenza al “vero” e sull’impegno sociale e civile. Tra gli autori più famosi ci sono: Ugo Foscolo che unì la tradizione classica alle nuove tematiche romantiche; Giacomo Leopardi che rielaborò i temi e la struttura della poesia e Alessandro Manzoni che approfondì le tematiche socio-morali e offrì il primo modello scritto di lingua italiana moderna.

A cura di Veronica.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email