Ominide 4103 punti

Romanticismo e risorgimento

Il sistema romantico, così come fu elaborato dalla “scuola romantica”, riflette molti tra gli aspetti maggiormente caratteristici della situazione italiana in quegli anni di restaurazione e di vero e proprio risorgimento.
Le sue tesi essenziali, come si è visto, erano nate e si definirono sotto l’influsso di fatti culturali stranieri ma, nonostante ciò, i suggerimenti dall’esterno vennero adattati alle esigenze italiane in una situazione storica che, per il problema nazionale insoluto, equilibrava le spinte restauratrici con fermenti rivoluzionari, sicché quanto di stanco, di individualistico, di reazionario poteva essere in certo romanticismo europeo da noi rimase, almeno nei primi decenni, nel fondo, un alcunché di sottinteso, un germe pronto a svilupparsi ma intanto ancora chiuso e compresso.
Per queste ragioni, la sensibilità eccitata e nervosa, di cui si sono già colti i primi accenni nella vita e nell’opera dell’Alfieri, da noi si collegò strettamente con la passione patriottica e fu tutt’uno con essa, dando vita a uomini reali e a creatura immaginarie, nelle quali parve rivivere il pathos caldo di Ortis.

Nei primi romantici la lotta per l’indipendenza della Patria fu un fatto non solo politico, ma un fatto politico e insieme anche morale, letterario, umano.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email