Il Neoclassicismo


Nella seconda metà del settecento nasce il "Neoclassicismo", non si tratta di un fenomeno nuovo, gia in passato, infatti si prese come "modello" artistico le opere classiche.

A differenza degli altri classicismi, il neoclassicisno non considera l'antichità come un mondo unitario, ma riesce a distinguere quello Greco, ammirandone l'eleganza, da quello Romano, di cui ammiravano la maestosità.

Questo ritorno all'ammirazione dell'arte classica avvenne anche per gli scavi di Ercolano e Pompei, da cui emersero testimonianza della vita romana.

In Italia tutto ció aumento gli ideali patriottici, gli scritti neoclassici spesso riflettevano questo spirito che voleva far riscattare L'Italia.

Gli artisti del '700 creano le proprie opere ponendosi come modello l'arte greca e romana, ma senza sperare di ritornare in quel mondo e usando come fonte d'ispirazione i problemi del loro secolo, ció porto alla nascita del PreRomanticismo.


Le principali caratteristiche del Neoclassicismo sono le seguenti


Una piú chiara distinzione tra il modello greco e il modello romano;

Un nuovo approccio scientifico al mondo classico.
In seguito alle scoperte archeologiche in Italia, quest'ultima diventa una tappa fondamentale per studiosi ed artisti.

L'aumento dell'interesse per l'arte classica anche da parte del popolo.
La considerazione dell'imitazione dei classici come mezzo per dare ai testi la perfezione formale dei modelli antichi.

Si puo infine definire il neoclassicismo come un unione del classicismo e dell'illuminismo.


Nel mondo del neoclassicismo ha un ruolo importante lo studioso tedesco Winkelmann che riesce ad ottenere la carica di Sovrintendente alle antichità a Roma dopo aver pubblicato i "Pensieri sull'imitazione delle opere greche nella pittura e nella scultura"
Wicklemann è ricordato inoltre per il suo pensiero riguardante l'imitazione delle opere classiche: Non dovevano essere imitate solo le forme ma anche l'essenza.

Il pensiero dello studioso tedesco non poteva essere raggiunto peró: il mondo greco è ormai perduto.

L'avvento del Pre-Romanticismo


A questo punto si passa dal Neoclassicismo al PreRomanticismo , in cui i poeti anche rimanendo fedeli agli ideali neoclassici anticipano alcuni caratteri del Romanticismo.

In Italia il piú importante autore del PreRomanticismo è Ugo Foscolo: neoclassicista per temi e forme, ma già influenzato dallo spirito romantico tipico dell'800.

Con l'avvento del Pre-Romanticismo i testi degli autori si arricchirono di nuovi temi: gli artisti si sentivano attratti dal soprannaturale e dalla religione, erano appassionati delle storie macabre e sinistre, affascinati dai luoghi "incontaminati" e ci fu la nascita della poesia sepolcrale come metodo per meditare sulla morte.

Infine possiamo dire che i poeti della seconda metà del settecento non possono essere classificati come Neoclassicisti o Preromantici, gli autori erano infatti influenzati da entrambe le correnti letterarie.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email