Stage di lavoro durante gli studi universitari

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Meglio lavorare o studiare? Perché scegliere se si possono fare entrambe le cose? Lavorare mentre si studia e svolgere stage sono esperienze che cambiano la vita

Anche tu ti stai ponendo la domanda: meglio lavorare o studiare dopo l’università? La soluzione migliore è abbinare i due! Sono tanti gli stage e i lavori part-time offerti durante l’anno accademico e l’estate. In Italia sono solo 4 su 10 i ragazzi che lavorano e studiano allo stesso tempo, mentre all’estero, specialmente in America, si inizia a lavorare fin da piccoli (di solito i ragazzi distribuiscono i giornali e chi ha bisogno di una babysitter si rivolge a studenti del liceo).

PERCHÉ LAVORARE MENTRE SI STUDIA? - Sono tantissimi i vantaggi di un’esperienza di lavoro: arricchiamo il nostro Curriculum Vitae, impariamo a gestire il nostro tempo e a relazionarci in contesti nuovi. E poi, da ogni lavoro, anche il più insignificante, impariamo sempre qualcosa di pratico, che ci fa crescere e maturare.

COME TROVARE LAVORI INTERESSANTI DURANTE GLI STUDI UNIVERSITARI? - Dovrebbero essere le università a mettere a disposizione queste opportunità, offrendo sia stage all’interno che all’esterno del campus. In particolare, nelle università americane, il Career Services Office è uno dei punti nevralgici della vita universitaria, perché è quello che, attraverso uno stage o un lavoro post-laurea, può davvero “cambiare la vita” ad uno studente.

STAGE PRESTIGIOSI - John Cabot University, la maggiore università americana in Italia, offre stage di ogni tipo sia in Italia che all’estero, attraverso un network di 150 aziende ed organizzazioni: dagli uffici della KPMG alle organizzazioni no profit, ad aziende di grande rilievo, per non parlare di musei e gallerie d’arte. Infine, c’è la possibilità di fare stage presso organismi del governo come il Dipartimeno del Tesoro. Laurearsi a 21 anni avendo già un Curriculum di tutto rispetto è un traguardo possibile!

LO STAGE CHE CAMBIA LA VITA - I ragazzi della John Cabot che fanno stage sono moltissimi. A sentir loro, è un’esperienza che “ti cambia la vita”. Paola, studentessa all’ultimo anno, ha svolto uno stage nel settore della comunicazione della moda e racconta: “Ho imparato non solo a gestire il tempo, ma anche ad organizzare il lavoro in modo preciso e scrupoloso”.

LO STAGE CHE VALE UN LAVORO
- Non è raro che lo stage si tramuti in un’opportunità di lavoro vera e propria dopo la laurea. Un esempio: Mia, studentessa appassionata di relazioni pubbliche, ha ricevuto un’offerta di lavoro dalla società americana Burson Marsteller, la seconda nelle graduatorie mondiali, dopo uno stage organizzato dalla John Cabot.

CAREER FAIR - Come in ogni università americana che si rispetti, anche alla John Cabot vengono organizzate le Career Fair, giornate durante le quali gli studenti incontrano le aziende e si fanno conoscere. Questi eventi sono dei trampolini di lancio verso il mondo del lavoro: nascono opportunità importanti sia per le aziende che per i ragazzi. Se sei in dubbio tra lavoro e studio, abbina le due cose per trarre il maggior vantaggio possibile dagli anni universitari. Sono tante le opportunità di stage e lavoro, basta trovarle! Rivolgiti ad un’università che offre servizi di Career Services. Vedrai, ti cambieranno la vita.

Scopri di più sul sito della John Cabot University!

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta