Che scuola ha fatto Jimmy Page dei Led Zeppelin?

Marcello G.
Di Marcello G.

jimmy page led zeppelin scuola

Una vita al servizio della musica, già a partire da quando era poco più di un bambino. Più che una carriera è stata una vocazione quella che ha portato James Patrick Page – per tutti Jimmy - a diventare uno dei più grandi virtuosi della chitarra che il rock ricordi, tanto da essere tra i pochi musicisti a vedere comparire il proprio nome nella Rock and Roll Hall of Fame per ben due volte, inserito puntualmente ai primi posti in tutte le classifiche dei migliori chitarristi di sempre. Band leggendarie come Yardbirds e Led Zeppelin (di quest’ultima fu anche fondatore) devono gran parte del proprio successo a Jimmy Page e alla maestria con cui ancora oggi tocca le corde. Ne abbiamo parlato nel corso della trasmissione Buongiorno Dr. Feelgood e Mister Cotto su Virgin Radio.

Ascolta l'intervento di Daniele Grassucci, cofounder di Skuola.net su Buongiorno Dott. Feelgood e Mr. Cotto

Ascolta Che scuola hanno fatto Jimmy Page - Virgin Radio - Daniele Grassucci - 10012017" su Spreaker.

Un rocker fatto e finito già dall’adolescenza


Una carriera, la sua, iniziata molto presto. Sebbene, infatti, imbracciò la prima chitarra ‘solo’ all’età di 12 anni in pochi anni divenne uno dei solisti più ricercati d’Inghilterra, ottenendo ingaggi per esibirsi nei locali e per supportare altri musicisti già affermati (come Eric Clapton e Jeff Beck). Che quel ragazzo sarebbe diventato qualcuno però lo si poteva immaginare sin da subito, basti pensare che dopo alcune lezioni di chitarra per apprendere le basi dello strumento ritenne superfluo avere un maestro. A lui bastò ascoltare i grandi chitarristi e studiare gli spartiti per affinare la tecnica e arrivare in poco tempo ai vertici. Primo trampolino di lancio la partecipazione – a 14 anni - alla trasmissione Tv per giovani talenti Search for Stars.

La scuola sempre in secondo piano, nonostante buone potenzialità


Per questo la scuola occupò ben poco spazio nella sua vita, nonostante nei suoi piani – come raccontato da lui stesso in un’intervista - c’era quello di diventare un biologo per scoprire nuove cure a malattie come il cancro. Non ci pensò due volte, però, quando dovette scegliere se accantonare gli studi – in cui non andava neanche così male – per aggregarsi ai Crusaders, band del cantante Neil Christian. Aveva 16 anni e, per farlo, rinunciò ad entrare al Danetree Secondary School dove si sarebbe potuto specializzare e diventare assistente di laboratorio. Per due anni seguì i Crusaders in tour e li accompagnò nelle registrazioni in studio.

La passione per la pittura è solo una parentesi. Il successo non può attendere


Una stella la cui luce fu parzialmente oscurata quando, proprio durante una tournée si ammalò di mononucleosi. Fu allora che decise di riprendere gli studi, coltivando un’altra delle sue grandi passioni: la pittura. S’iscrisse, perciò, al Sutton Art College, nel Surrey. Ma fu solo una parentesi perché, parallelamente, iniziò a registrare brani in studio come turnista per la prestigiosa etichetta discografica Decca, ‘prestando’ la sua chitarra a nomi del calibro di Rolling Stones, Marianne Faithfull, Van Morrison, The Who. A 22 anni arriva la grande occasione: entra negli Yardbirds, che però abbandonò poco dopo – all’età di 24 anni – per fondare i Led Zeppelin, quando in parte era già un mito.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta